Notizie da Sesto San Giovanni

Nidi: L'assessore conferma attenzione verso i servizi per l'infanzia.

La sera di lunedì l'assessore Pizzochera, la dirigente e il funzionario dei servizi educativi hanno incontrato i comitati di gestione dei nidi. L'amministrazione ha dichiarato di avere l'intenzione di porre rimedio alle difficoltà di personale sorte a seguito di dimissioni impreviste avvenute all'inizio dell'anno, per le quali vi è la conservazione del posto per 6 mesi. L'amministrazione ha ribadito l'attenzione verso i servizi per l'infanzia in particolare 0-6. La cabina di regia di questa età evolutiva è importante che resti all'interno dell'equipe dell'amministrazione comunale e la gestione dei servizi da parte dei nostri educatori e coordinatrici. L'assessore si dice stupita dell'interpretazione travisata delle sue parole da parte dei comitati di gestione nidi della città e a riguardo commenta: " Sono davvero dispiaciuta della manipolazione delle informazioni attuata dal comitato genitori nidi di Sesto San Giovanni, loro hanno avanzato la supposizione di esternalizzazione e privatizzazione dei nidi, a questa loro supposizione ho risposto loro: "mi state mettendo in bocca parole che non ho detto". Ho loro spiegato che la soluzione delle attuali problematiche, sorte sul personale, non è ancora stata individuata, il piano di rientro deve essere ancora completato e in base a quello si valuteranno le soluzioni. Stante le loro dichiarazioni, il dialogo democratico viene strumentalizzato per l'ennesima volta da parte di genitori che sembrano militanti dell'opposizione. Ne prendo atto." A supporto di questa centralità data al nostro personale l'amministrazione sta organizzando percorsi formativi specifici e da gennaio l'equipe educativa potrà avvalersi della formazione 0-3 montessoriana che si svolgerà nella nostra città da parte del professor Carlo Alberti di "percorsi per crescere", gia formatore nel passato dell' equipe.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Conclusa la mostra dei cimeli della grande guerra.

Si è conclusa ieri, Giovedì 15 novembre, la mostra dei cimeli e delle testimonianze storiche inerenti la Grande Guerra nel 100mo anniversario della Vittoria italiana che ricorreva lo scorso 4 Novembre.
Siamo soddisfatti di come si è sviluppata l'iniziativa, visitata da circa 300 persone nell'arco dei 12 giorni delle aperture pomeridiane e che ha visto anche la visita di una storica-militare lombarda d'eccellenza come la pavese Paola Chiesa (cavaliere della repubblica per meriti storici, autrice di 24 pubblicazioni sulle guerre del Novecento); Ci ha fatto particolarmente piacere la visita di un paio di scolaresche, nella mattinata di Mercoledì 14 novembre, segnale importante per la memoria storica della nostra Nazione, soprattutto in un'epoca come la nostra che tende spesso a dimenticare troppo in fretta.
Desideriamo ringraziare di cuore il nostro Presidente Francesco Russo per aver fornito i cimeli storici originali, i giovani allestitori della mostra, Alessandra Villa e Massimiliano Russo, l'Amministrazione Comunale che con l'Assessore Alessandra Magro ed il settore Cultura che ha collaborato in modo professionale e fattivo,la sezione "Monte Ortigara" dell'A.N.A. con sede in via G.D'Arco e naturalmente gli sponsor commerciali per aver coperto la gran parte delle spese.
Proseguiremo anche nei prossimi anni con iniziative storiche a Sesto San Giovanni, affinché la memoria venga tramandata alle giovani generazioni. Direttivo C.C. IL TRICOLORE Sesto San Giovanni

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Sesto San Giovanni, medaglia d’oro alla resistenza antifascista non merita l’ennesima ferita.

Noi del Partito Democratico confidiamo che l’amministrazione comunale vorrà rispettare la storia della nostra città, Medaglia d’oro alla Resistenza, e il valore antifascista delle nostre istituzioni e della nostra Costituzione e che di conseguenza negherà il permesso di usare una delle sale comunali a Casa Pound, una associazione - partito che non solo non rinnega ma anzi “tollera” ai suoi militanti, nei suoi raduni, espliciti richiami ideologici alle ideologie nazista e fascista.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Città della salute, si avvicina la sottoscrizzione del contratto.

Prosegue l'iter di avvio del cantiere per la costruzione della Città della Salute a Sesto San Giovanni. Nell'ultima seduta del tavolo di monitoraggio tenutasi in Regione Lombardia, Infrastrutture Lombarde ha comunicato che sta completando le attività propedeutiche alla sottoscrizione del contratto di appalto con i commissari di Condotte.
Verosimilmente ciò avverrà entro il 30 gennaio 2019. A tal fine le parti stesse si sono già riconvocate per un nuovo tavolo di monitoraggio per tale periodo.
Nel frattempo procedono gli atti dell'Amministrazione Comunale per l'approvazione dei progetti delle opere pubbliche legate alla città della Salute.
"Continuano le notizie positive in merito allo sviluppo del progetto della Città della Salute - commenta il Sindaco Roberto Di Stefano - e manca veramente poco all'inizio dei lavori. Stiamo lavorando per portare avanti i progetti e per rendere sempre più interessante il piano di rigenerazione di questa area. Negli ultimi mesi sono stati tanti i passaggi positivi che hanno sbloccato alcuni problemi burocratici. Ora siamo fiduciosi di andare avanti spediti e di poter regalare nei prossimi anni un progetto veramente rilevante ai cittadini e che dia valore alla nostra città"

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Casa-Pound vuol venire a Sesto !: No dei Democratici e progressisti.

Apprendiamo dalla stampa che Casa Pound ha richiesto l'utilizzo di Spazioarte il 18 gennaio per tenere una sua iniziativa, Sesto San Giovani Città Medaglia d'Oro per il contributo alla lotta di liberazione non può accettare che un'organizzazione neofascista, che dovrebbe essere messa fuorilegge e sciolta, possa tenere sul suo territorio una manifestazione.
Il Sindaco neghi senza alcun tentennamento l'agibilità ai neofascisti e non tentennino i "civici" che sostengono la sua amministrazione, dimostrino che il loro vantato antifascismo non è solo di facciata.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Natale in Piazza: Villaggi natalizi e piste di pattinaggio in varie piazze di Sesto San Giovanni.

La giunta comunale ha approvato un programma delle manifestazioni e iniziative che si terranno in occasione delle Festività Natalizie e ha deciso di avvalersi per la realizzazione degli eventi della collaborazione dell’Associazione Sesto Proloco.
In particolare dopo aver attivato un bando che ha visto partecipare un soggetto che si occuperà di piazza Petazzi con la presenza di casette di legno, si è deciso di portare avanti un progetto, sullo stile degli eventi previsti per la Festa di San Giovanni, che preveda un Natale diffuso su tutto il territorio.
“Natale in Piazza” prevede numerose iniziative sul territorio già dai primi giorni di dicembre fino a inizio gennaio. In particolare oltre alle casette Piazza Petazzi ospiterà il tradizionale albero di Natale offerto dal Comune di Vermiglio.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni


Nell'ambito delle giornate nazionali del tesseramento 2019 all'Anpi la sezione sestese "340 Martiri" sarà presente con un gazebo sabato mattina 17 novembre in Largo Lamarmora.

Anpi Sesto S.G.
Giampaolo Pietra

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Evi M5S: L'europa più vicina alla Valtellina per promuovere la petizione europea che chiede la fine dell’allevamento intensivo con l’uso di gabbie.

“Ho accolto con grande piacere l’invito del gruppo locale del Movimento 5 Stelle di Tirano (SO) a partecipare al gazebo per la raccolta firme “End the Cage Age”, iniziativa che ho avuto l’onore di lanciare ufficialmente al Parlamento europeo, insieme a oltre 140 associazioni europee, per chiedere la fine dell’uso di gabbie in allevamento, una pratica crudele e non necessaria” afferma Evi “una battaglia di civiltà che mira non solo a tutelare il benessere degli animali ma anche la salute delle persone. Infatti, il fenomeno sempre più preoccupante dell’aumento della resistenza agli antibiotici nell’uomo, è direttamente collegato all’abuso di farmaci e antibiotici in allevamento. Abbandonare l’uso delle gabbie e adottare pratiche più sostenibili sono i primi passi per tutelare la salute di tutti”

Con l’occasione l’europarlamentare Evi ha incontrato anche il comitato per la razionalizzazione delle linee alta tensione in Valtellina. “Queste valli bellissime sono state deturpate dalla costruzione di centinaia di km di tralicci, con la compiacenza della politica che ha letteralmente svenduto il territorio. È ora di fare chiarezza e rispettare gli accordi presi in passato, che prevedevano lo smantellamento di alcune linee. Mi farò certamente portavoce delle preoccupazioni del territorio portando la questione all’attenzione del Ministero dello Sviluppo Economico” afferma Evi.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Informazioni aggiuntive