Notizie da Sesto San Giovanni

Dai GS un appello alla partecipazione.

Il prossimo appuntamento con la commissione di controllo per le linee programmate del Sindaco è fissato per giovedì 21 novembre 2019 alle ore 18,30 in la sala giunta.
Un appuntamento importante per il debutto del presidente Paolo Vino della Lista Civica Giovani Sestesi dato che la seduta avrà come argomento centrale il futuro del forno inceneritore di via Manin.
Non a caso, oltre al Sindaco Roberto Di Stefano e ai consiglieri membri della commissione, il Presidente Vino ha voluto estendere l’invito al Dott. Alessandro Russo, Presidente di CAP Holding e al Dott. Marco Luigi Cipriano Amm.re Unico di CORE.
Da molti mesi si parla del progetto di CAP Holding per la riconversione del forno inceneritore oggi gestito da CORE e di recente questo è stato presentato alla fiera internazionale Ecomondo2019 di Rimini (dal 5 all’8 novembre scorsi).
La seduta sarà l’occasione per fare il punto della situazione e comprendere quali sono i possibili scenari futuri. Si ricorda che la commissione è pubblica e che tutti i cittadini possono partecipare e intervenire.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

ANCI, IL SINDACO DI STEFANO NOMINATO PRESIDENTE DEL DIPARTIMENTO SICUREZZA, PROTEZIONE CIVILE E POLIZIA LOCALE

Nella seduta del Consiglio Direttivo di Anci dello scorso 13 novembre il sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, è stato nominato Presidente del Dipartimento Sicurezza, Protezione Civile e Polizia Locale.

“Ringrazio innanzitutto il Consiglio Direttivo di Anci: è un orgoglio per me andare a ricoprire questa carica che conferma il buon lavoro che stiamo svolgendo a Sesto San Giovanni: non è un caso se in tutta Italia, e non solo, si parla di modello Sesto. La sicurezza, sin dall’inizio del nostro mandato, è stata subito una priorità e a dimostrarlo ci sono i 600 allontanamenti daspo, il calo dei reati (-36% rapine, -50% violenze sessuali) e la costante presenza della Polizia Locale sul territorio con pattuglioni e controlli nelle zone sensibili della città. Sin dall'inizio del nostro mandato ci siamo concentrati sul tema sicurezza e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Per la prima volta nella storia di Sesto San Giovanni – prosegue Di Stefano – abbiamo creato un Nucleo di Polizia Giudiziaria col compito di fare indagini ed eseguire arresti: spacciatori, ladri e criminali di ogni genere sanno che nella nostra città non c’è posto per loro. In due anni e mezzo siamo riusciti a migliorare sensibilmente la percezione della sicurezza nei cittadini. Sottolineo anche che Sesto finalmente ora ha a disposizione un corpo di Protezione Civile, un gruppo di volontari fondamentale in casi di emergenza e calamità naturali. Come Presidente del Dipartimento Sicurezza, Protezione Civile e Polizia Locale – conclude Di Stefano – cercherò di mettere a disposizione dei colleghi l’esperienza positiva del Comune di cui sono sindaco per dare vita a un proficuo scambio di idee e consigli che possa essere utile a tutti, al di là del colore politico, con la speranza che altri Comuni imitino il modello Sesto”.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Gianpaolo Pietra SestodemocraticaBasta con questa Sesto

Mentre la Sesto democratica e antifascista respinge Casa Pound che ancora provocatoriamente avrebbe voluto tenere una sua iniziativa in città, il Sindaco Di Stefano continuando a scimmiottare il suo idolo Salvini attacca a testa bassa una iniziativa di solidarietà come la cena a sostegno di Mediterranea, impegnata nel salvataggio dei migranti dalle acque del Mediteraneo e attacca l'oratorio di via Pisa che ospita nei suoi locali la cena e come un podestà degno di un film di Tognazzi sancisce che è ora di dire basta agli oratori che "fanno politica", il tutto naturalmente brandendo presepi e crocefissi...
Da che parte stia Di Stefano è ormai conclamato: dalla parte dei ricchi che sbeffegiano chi è in difficoltà, dalla parte di chi fa delle tangenti il proprio impegno "politico" come la sua sostenitrice Lara Comi arrestata in questi giorni, dalla parte di chi vuole privatizzare ogni servizio per speculare profitti, dalla parte dei palazzinari che vogliono stravolgere, con immenso beneficio per la sanità privata, il progetto di riqualificazione delle aree falck, dalla parte oscura del nostro Paese.
Avercene di oratori come quello di via Pisa, l'unico basta che riusciamo a pronunciare è per lui: basta con questo Sindaco.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

VIA MARZABOTTO, INAUGURATO IL NUOVO PORTICATO CON PANCHINE E FIORIERE

È stato inaugurato questa mattina il nuovo porticato di via Marzabotto dopo i lavori di restyling cominciati durante l'estate. Dopo anni di trascuratezza, finalmente i cittadini potranno usufruire di un porticato sicuro e riqualificato. Oltre al rifacimento della pavimentazione e del solaio, è stato installato un nuovo impianto elettrico per l'illuminazione e sono state posate nuove panchine e nuove fioriere, trasformando di fatto l’area in una "piazza" fruibile dai cittadini del quartiere. Nelle prossime settimane verranno anche installate delle telecamere di videosorveglianza.
“Altra promessa elettorale mantenuta – commenta Roberto Di Stefano, sindaco di Sesto San Giovanni –: con noi le periferie stanno tornando a essere al centro attraverso la riqualificazione urbana e la lotta al degrado. È stato un piacere inaugurare il nuovo porticato di via Marzabotto alla presenza di tanti cittadini e ringrazio gli uffici per l'ottimo lavoro svolto. Andiamo avanti per rendere sempre più belle e sicure le nostre periferie”.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

CARMEN LONGO, INIZIATI SCAVI PER INSTALLAZIONE CABINA ENERGIA ELETTRICA

Sono cominciati oggi gli scavi per l'installazione della cabina dell'energia elettrica che fornirà la corrente all'intero impianto della piscina scoperta Carmen Longo.

“Il primo step di un progetto importantissimo per Sesto San Giovanni – commenta Roberto Di Stefano -. Un luogo nel cuore dei cittadini sestesi che faremo rinascere dopo che la precedente amministrazione l'ha condannato al degrado. La riqualificazione della Carmen Longo era un punto fondamentale nel nostro programma elettorale e stiamo mantenendo la promessa rispettando i tempi. Stiamo lavorando molto per dare alla città impianti sportivi sicuri e moderni dopo anni di incuria”.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Pubblicate le richieste di manifestazione di interesse per l’affidamento del servizio RSA Aperta e infermieristico nella Residenza Mons. Olgiati

La Fondazione Pelucca, tra i suoi servizi, gestisce presso la sede di Via Boccaccio, a Sesto San Giovanni:

  • una residenza sanitaria assistenziale accredita per 74 posti letto (di cui 16 di Nucleo Alzheimer);
  • un centro diurno integrato accreditato per 25 ospiti.

La Fondazione ha intenzione di rivalutare l’affidamento del servizio infermieristico della sede a soggetto terzo a partire da febbraio 2020.

La Fondazione inoltre intende rivalutare l’affidamento delle attività a domicilio del servizio RSA Aperta a partire dal gennaio 2020.

Attualmente questi servizi (infermieristico e domiciliare) sono esternalizzati a terzi e l’eventuale subentro dovrà avvenire nel rispetto delle normative previste per il cambio di appalto.

Sono invitati alle manifestazioni di interesse soggetti con significativa e pluriennale esperienza nell’erogazione dei servizi in oggetto presso enti accreditati dalla Regione Lombardia.

I soggetti che intendono manifestare l’interesse sono invitati a inviare la propria candidatura entro il 10 dicembre 2019, esclusivamente via PEC al seguente recapito: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Appuntamento alla Civica Fototeca Nazionale “Tranquillo Casiraghi”

di Sesto San Giovanni con il Premio Nazionale Pino Fantini, vinto quest'anno da Graziano Perotti che esporrà la personale “Oltre il confine”. Sabato 16 novembre alle ore 17 Graziano Perotti incontrerà il pubblico insieme ad un esponente del Gruppo Fotoamatori Sestesi. Wine Break offerto da Drogheria Egidi Enoteca in collaborazione con Gli Amici della Biblioteca. La mostra rimarrà aperta fino al 12 dicembre 2019.

Il Premio Nazionale di Fotografia Pino Fantini, giunto alla sua 16^ edizione, fu istituito per ricordare uno dei più illustri fotografi sestesi ed è da anni uno dei fiori all'occhiello della Fototeca di Sesto San Giovanni. Ogni edizione svoltasi nel passato ha avuto il suo fulcro nella presentazione di opere di artisti di notevole spessore artistico.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

MEDITERRANEA, DI STEFANO: “CENA SOLIDALE PER FINANZIARE CHI AIUTA GLI SCAFISTI È UNA VERGOGNA: ASSURDO FARE POLITICA IN ORATORIO”

“Ho appreso dai social che il 27 novembre all’Oratorio della parrocchia della Resurrezione di Sesto San Giovanni si terrà l’evento “Cena solidale per Mediterranea” (alla modica cifra di 25 euro per gli adulti e 15 euro per i bambini), il cui ricavato verrà interamente devoluto alla ong che si vanta di salvare vite umane in mare, quando invece nei fatti aiuta gli scafisti a riempire di clandestini il nostro paese. Trovo assurdo, inoltre, che l’evento si svolga all’interno di un oratorio: è inconcepibile che la parrocchia presti il fianco a un’iniziativa puramente politica e ovviamente orientata a sinistra come fosse un circolo del Pd o un centro sociale”. Così Roberto Di Stefano, sindaco di Sesto San Giovanni.
“Ricordo che tra gli esponenti di spicco della ong Mediterranea c’è Luca Casarini, il leader dei No Global che misero a ferro e fuoco Genova durante il G8 del 2001. La scorsa primavera – continua Di Stefano – Casarini è stato accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina dopo aver caricato illegalmente 49 migranti sulla sua nave Mar Jonio per portarli nel nostro paese sfidando apertamente lo Stato italiano. Diventa pertanto pericoloso finanziare personaggi del genere, che non si curano minimamente di rispettare le leggi e se ne fregano della volontà popolare. I cittadini, come dimostrato in diverse tornate elettorali, vogliono infatti porti chiusi e non spalancati a finti profughi: la sinistra se ne faccia una ragione, anziché concentrarsi continuamente sugli immigrati”.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Informazioni aggiuntive