In questo modo abbiamo espresso la nostra preoccupazione perché non vengono garantiti né i livelli occupazionali e retributivi dei dipendenti dell’Azienda, né la continuità di tutti gli attuali punti vendita, alcuni dei quali sono attivi in quartieri della città dove la presenza della farmacia comunale è anche un prezioso presidio socio sanitario. Si tratta spesso di rioni nei quali è venuta a mancare, o si è drasticamente ridotta persino la presenza di un medico di base. Dunque gli operatori della Farmacia comunale svolgono anche un ruolo importante di supplenza socio sanitaria. Infine le nostre farmacie, nei loro circa 60 anni di vita, hanno svolto sempre anche un ruolo di assistenza sociale per i più deboli, che ora viene abbandonato. Tutte queste nostre preoccupazioni erano state espresse in emendamenti che il Gruppo del Pd ha presentato, ma che sono stati respinti dalla maggioranza con la motivazione che se venissero imposti vincoli all’eventuale compratore, l’azienda sarebbe meno appetibile.
Per avere la garanzia dei livelli di occupazione e del mantenimento in piena attività di tutti i 10 punti vendita, avevamo anche proposto di mantenere in capo dal Comune il 20% delle quote societarie, ma anche questa nostra proposta è stata respinta.
Naturalmente il Gruppo del Pd continuerà a svolgere con attenzione il suo ruolo di controllo affinché livelli occupazionali e mantenimento delle attuali farmacie siano comunque garantiti. Chiediamo ai cittadini di controllare insieme a noi che questo impegno venga mantenuto, nell’interesse dei sestesi.
Roberta Perego Capogruppo PD Consiglio Comunale
Nicola Lombardo Segretario Cittadino Partito Democratico

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Informazioni aggiuntive