Notizie da Sesto San Giovanni

Il CC Chittò chiede al Sindaco nuovi campi per il gioco delle bocce:

PREMESSO che il centro sportivo comunale Falck di via General Cantore è stato progettato nei primi anni Trenta con la realizzazione del campo di calcio per poi essere ampliato negli anni successivi con i campi per il gioco del tennis e delle bocce, e necessita di una riorganizzazione generale degli spazi con una distribuzione più funzionale degli spazi e la realizzazione di una struttura più idonea allo svolgimento delle diverse attività ospitate;

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Via libera allo sviluppo delle aree Falck

La Giunta Comunale ha dato il definitivo via libera allo sviluppo delle aree Falck con l’approvazione della Progettazione Unitaria Complessiva (PUC) delle Unità di Coordinamento Progettuale (UCP) CONCORDIA relativamente ai progetti di fattibiltà tecnica ed economica delle opere di unità previste nel PII e nella collegata convenzione. Tra le varie opere di urbanizzazione autorizzate in via definitiva dall’amministrazione c’è il Ring Nord (nuovo svincolo uscita Sesto – Tangenziale Nord) per un valore di quasi 22 milioni di euro, il pacchetto Ring Sud (viale Edison) per circa 9 milioni di euro e tutta la viabilità e posteggi interrati obbligatori per legge per un valore di Euro 32 milioni circa. L’intero intervento sulle aree Falck prevede opere pubbliche per circa 231 milioni di euro per opere di urbanizzazione primaria, secondaria, servizi costruiti e standard qualitativi, oltre Euro 5 milioni per la biblioteca (che verranno dirottati per costruire il nuovo commissariato) ed Euro 16 milioni del soggetto proponente per il collegamento Stazione FS a scavalco – T5 centro commerciale. Da oggi il cerino dell’intervento passa in mano alla proprietà ed ai suoi investitori immobiliari.

"E' un passaggio fondamentale - commenta l'assessore all'urbanistica Antonio Lamiranda - per lo sviluppo delle ex aree Falck. Dopo il completamento dell’iter amministrativo per Città della Salute, l’amministrazione completa anche tutti gli atti propedeutici ai permessi di costruire. Da oggi Milanosesto potrà iniziare la cantierizzazione dell’area Concordia. Ora l’urbanistica inizierà la discussione per il pacchetto Unione. Ringrazio personalmente tutto il settore tecnico per il gran lavoro profuso. La soddisfazione tra i tecnici è evidente per l’obiettivo conseguito."

"Siamo soddisfatti - commenta il Sindaco Roberto Di Stefano - per questo ulteriore passaggio amministrativo. Sta procedendo tutto bene per lo sviluppo delle aree ex Falck, siamo all'inizio di un percorso fondamentale che cambierà la nostra città e ci renderà protagonisti di una svolta epocale basata sulla ricerca e sulla salute, con notevoli ripercussioni positive per il territorio e per i sestesi. Si tratta di un piano complesso che prevede numerose modifiche all'urbanistica, il Comune sta facendo in maniera rapida tutti gli atti e sta collaborando in maniera importante con tutti gli altri enti coinvolti"

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Sesto S.G. maxi sequestro di merce contraffatta nelle metropolitane.

Si è svolta, nel tardo pomeriggio di ieri, un'importante operazione anti abusivismo da parte della Polizia Locale a Sesto San Giovanni. In particolare sono stati eseguiti 5 sequestri amministrativi (nei mezzanini delle fermate della metropolitana M1 Sesto Rondò e Sesto Fs) per un totale di 385 pezzi di merce contraffatta.
Tra gli oggetti rinvenuti borse, giubbotti, guanti, scarpe, cinture, portafogli, sciarpe, cappelli e vari accessori.
Nel 2018 nelle metropolitane sono stati eseguiti 71 sequestri per un totale di 1646 pezzi. Nello specifico 62 sequestri per 1167 pezzi a Sesto Fs 1°Maggio, 5 sequestri per 436 pezzi a Sesto Rondò, 4 sequestri per 43 pezzi a Sesto Marelli.
Da quando c'è la nuova amministrazione sono stati eseguiti 370 allontanamenti di venditori abusivi, in base al decreto sicurezza dell'ex ministro Minniti, legati al commercio abusivo di merce contraffatta o di alimenti nei mercati, di cui 201 nel 2018.
"L'attenzione dell'amministrazione nel contrasto al commercio abusivo - commenta il Sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano - è molto forte. Nelle metropolitane in particolare numerosi venditori stranieri, gestiti dalla criminalità organizzata, tentano di usare i mezzanini per vendere merce contraffatta. La Polizia Locale si sta impegnando, con professionalità ed efficacia, nel limitare questi traffici. Quest'ultimo maxi sequestro, eseguito dai nostri agenti in borghese, è particolarmente rilevante per numero di pezzi sequestrati. Sesto San Giovanni ha anche il record nazionale di allontanamenti e tantissimi sono legati al commercio abusivo nelle metropolitane e nei mercati. E' una battaglia continua che intende tutelare anche i commercianti onesti, spesso penalizzati dalla vendita di merce contraffatta o di alimenti nei mercati. Con questi interventi diamo colpi importanti anche alla malavita che gestisce questo commercio. Continueremo a lavorare in questa direzione con forza e costanza"

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Quando si cancellano pezzi di democraza.

Da settimana scorsa, con l’approvazione della delibera che cancellando gli organismi esistenti, crea consulte i cui membri sono nominati dai partiti, la nostra città non ha più il suo Comitato per le Pari Opportunità. Era del resto prevedibile, vista la scarsa attenzione che l’Amministrazione ci ha riservato sin dal suo insediamento. Come ex-presidente e rappresentante di Sesto nel Cuore, vorrei sottolineare che tutti noi membri del Comitato abbiamo lavorato quasi un anno per dare un contributo alla nostra realtà cittadina; che abbiamo dedicato parte del nostro tempo a porre le basi per rinnovarne lo spirito adattandolo ai cambiamenti culturali in corso; che abbiamo dimostrato serietà e impegno per superare le divergenze e per mediare cercando soluzioni. Constatiamo dunque con amarezza che questo impegno non è servito né è bastato a renderci parte di un confronto preventivo né di una consultazione e nemmeno di uno straccio di convocazione, anche solo per informarci del cambiamento in corso. Prendiamo quindi atto della delibera appena approvata che, di fatto e senza alcun riguardo, ci licenzia senza preavviso. E pensare che ci siamo più volte dette che non saremmo state “il club dell’uncinetto”.

L’ex presidente del CPO Annalisa Grippa

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Insulti e paterdi contro la polizia locale: denunciati 28 ragazzi.

Nei giorni scorsi è successo uno spiacevole episodio che ha avuti protagonisti alcuni ragazzi e la Polizia Locale e le forze dell'ordine intervenuti dopo una segnalazione dei cittadini. Una pattuglia della Polizia Locale veniva inviata, in tarda serata, in Piazza della Resistenza sotto il palazzetto comunale in seguito a segnalazioni di disturbo della quiete pubblica.
Qui trovavano una cinquantina di ragazzi che con forti grida arrecavano disturbo alla cittadinanza. Gli operanti cercavano di dissuadere i giovani e li invitavano ad allontanarsi. Uno dei ragazzi rispondeva all'invito della Polizia Locale sputando ripetutamente a terra mentre un altro aizzava il gruppo contro gli agenti insultandoli. Entrambi venivano quindi identificati e sanzionati. Durante la riconsegna dei documenti e del verbale gli operatori venivano accerchiati dalla comitiva che improvvisamente faceva esplodere un forte petardo alle spalle degli agenti. La tensione si è ovviamente alzata e gli operatori hanno dovuto ricorrere ai bastoni distanziatori e alla forza fisica per allontanare i ragazzi. Gli agenti a quel punto hanno chiamato la centrale operativa richiedendo supporto ma i ragazzi hanno continuato a inveire nei loro confronti, lanciando un secondo petardo sotto l'auto di servizio.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Orazio La Corte " Il Villoresi incontra il Lambro "

Il Plis parco Grugnotorto-Villoresi e il Plis Parco Media Valle del Lambro, di cui fa parte anche Sesto San Giovanni, sono stati inseriti nel parco regionale Valle Lambro.
In questo video Orazio La Corte spiega come fa il canale Villoresi ad entra nel fiume Lambro.
La Giunta Regionale della Lombardia il 19 novembre ha approvato la delibera N° XI/826, in cui è previsto l’inserimento nel regionale Parco della Valle del Lambro di includere nel proprio ambito territoriale ecosistemico i PLIS Media Valle del Lambro e Grugnotorto, in quanto finalizzata a favorire la continuità ecologica del fiume Lambro.

L'oggetto dell delibera che potete leggere a questo LINK era il seguente.:

INDIVIDUAZIONE DEGLI AMBITI TERRITORIALI ECOSISTEMICI E DEI PARAMETRI GESTIONALI, AI SENSI DELL'ART. 3, COMMA 5, DELLA LEGGE REGIONALE 17 NOVEMBRE 2016, N. 28 “RIORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA LOMBARDO DI GESTIONE E TUTELA DELLE AREE REGIONALI PROTETTE E DELLE ALTRE FORME DI TUTELA PRESENTI SUL TERRITORIO”

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Di Stefano cambia la gestione della casa albergo Mezzanotti.

La casa albergo don Sandro Mezzanotti è stato uno degli esempi meglio riusciti di sussidiarietà del territorio milanese. Nel 1998 l'Amministrazione aveva ceduto lo stabile in comodato d'uso alla Fondazione San Carlo per ospitare a prezzi calmierati lavoratori e persone in difficoltà che non potevano permettersi un affitto a canoni di mercato.
Venti anni fa, alla sua inaugurazione, l'allora Cardinale Carlo Maria Martini, l'aveva definita "una goccia nel mare della questione abitativa, ma è segno di speranza. La collaborazione tra istituzioni ed enti caritativi per rispondere è un modello positivo, coraggioso ed efficace da seguire per risolvere queste e altre emergenze".

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Sgomberato lo stabile di Viale Casiraghi occupato dai Rom.

Con un'operazione congiunta di Carabinieri, Polizia di Stato e Polizia Locale ieri c'è stato un intervento presso lo stabile abbandonato di un'azienda non più attiva in Viale Casiraghi 508 a Sesto San Giovanni.
Dopo alcune segnalazioni di cittadini della zona si era scoperto che alcuni occupanti, presumibilmente una decina di rom di nazionalità romena, lo usavano come luogo per dormire, posizionando tende, stoviglie, fornellini e materassi. I residenti della zona richiedevano un intervento del Comune, visto che il numero degli occupanti stavano aumentando negli ultimi giorni.
Gli agenti hanno trovato questi giacigli e i Carabinieri hanno riaffidato l'immobile alla proprietà che ha provveduto a mettere in sicurezza l'edificio, in attesa di una prossima demolizione della struttura.
"Ringrazio le forze dell'ordine e la polizia locale per il pronto intervento - commenta il Sindaco Roberto Di Stefano - che ha permesso di mettere in sicurezza l'edificio e bloccare occupazioni e abusi. A Sesto San Giovanni siamo molto concentrati sul rispetto della legalità, come han dimostrato gli sgomberi in questi mesi di insediamenti rom in Pelucca e dei centri sociali dall'edificio ex Alitalia. Dopo le segnalazioni l'intervento è stato rapido, anche per rispondere alle richieste dei cittadini, giustamente preoccupati dall'occupazione e dal numero in aumento di rom nello stabile. Ora toccherà alla proprietà tenere lo stabile in sicurezza per evitare altre intrusioni. L'attenzione alle esigenze dei sestesi sulla sicurezza e la lotta al degrado continua a essere una priorità per la nostra amministrazione"

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Informazioni aggiuntive