Notizie da Sesto San Giovanni

Il comune di Sesto San Giovanni vicino al Dissesto Finanziario.

L'amministrazione Di Sesto San Giovanni sul baratro del Dissesto Finanziario, forse per la Corte dei Conti non basteranno i soldi che si incasseranno dalla vendita delle Farmacie Comunali " 16 Milioni di € " per sanare i debiti creati dalle amministrazioni precedenti dopo che la stessa Corte dei Conti ha bocciato il programma di rientro, in sostanza però, la Corte dei Conti non ha bocciato del tutto il programma, ma ha chiesto all'amministrazione un rientro più rapido.
A questo punto sembra che il Comune non sia più in grado di assolvere alle funzioni ed ai servizi indispensabili ed il Sindaco Di Stefano stia pensando di chiedere il "deficit strutturale " un'operazione che consentirebbe all'amministrazione di poter alienare i molti immobili di proprietà e poter inserire gli introiti nella spesa corrente, cosa che senza questa richiesta non si può fare.
Un'operazione che rende merito al comportamento di Di Stefano che, in tutti i modi sta cercando di assestare i conti dell'amministrazione senza mettere le mani in tasca ai cittadini, ci stupisce comunque che 14 milioni di € di questo debito provengano per mancati pagamenti ai fornitori, un comportamento che non ci saremmo aspettati dal partito che faceva del diritto del lavoro e della giusta retribuzione punto di forza delle sue campagne elettorali probabilmente è proprio vero che: Chi predica bene poi razzola male.

N.d.R

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Roberto Di Stefano FII Consiglieri Comunali del PD dovrebbero dimettersi dopo il buco di bilancio che hanno lasciato in eredità alla città, cosi tuona Roberto Di Stefano Sindaco di Sesto San Giovanni.

"Gli ex amministratori del Pd che siedono oggi in consiglio comunale a Sesto San Giovanni dovrebbero dimettersi. Se hanno un minimo di rispetto verso la città - commenta il Sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano - dovrebbero fare un passo indietro, scusandosi. Grazie a loro il Comune di Sesto San Giovanni è in una situazione economica pessima.
Hanno lasciato un "buco di bilancio" di 21 milioni, ci hanno regalato 14 milioni di debiti verso i fornitori non sanati, sono stati "bastonati" dalla Corte dei Conti in più occasioni.
Si ricorda che la Corte dei Conti ha accertato irregolarità contabili gravi e reiterate nei bilanci 2014-2015-2016, sotto l'amministrazione di centrosinistra.
Insomma hanno lasciato la città sull'orlo del baratro e ci vogliono pure fare la lezione su come rientrare dal disastro che hanno creato loro?
I responsabili del "buco di bilancio" non possono essere ritenuti credibili quando avanzano proposte su come sanare i loro clamorosi errori!
La pezza del Pd è peggio del buco che hanno creato, se ci troviamo in una situazione di pre-dissesto è solo grazie alla loro incapacità amministrativa, confermata dal voto a Sesto San Giovanni alle comunali, alle politiche e alle regionali dove hanno straperso. Ripeto dovrebbero solo stare in silenzio e scusarsi.
Mi chiedo, inoltre, con quale coraggio ora ci dicono come rientrare, non avendolo fatto quando erano al governo della nostra città.
Per mesi hanno avuto persino il coraggio di dire che era "una bufala", addirittura con patetici manifesti in giro per la città. Ora, proponendo un ridicolo piano di rientro, ammettono che non era una bufala la nostra denuncia sul disavanzo che hanno creato. Insomma dovrebbero "nascondersi" dopo questa serie di debiti e buchi da record nazionale che gravano purtroppo sulle spalle dei sestesi.
Ogni giorno scopriamo gli scandali che la sinistra ci ha regalato: oltre all'enorme disavanzo e ai debiti verso i fornitori anche continui sprechi di denaro pubblico e scandalosi favori, spazi regalati, utenze ed affitti mai richiesti ad "associazioni amiche".
Intanto noi, con lungimiranza, stiamo cercando di mettere a posto la situazione. La vendita delle farmacie comunali con un ricavo di oltre 18 milioni di euro, superiore alle attese, è un segnale che fortunatamente la nostra amministrazione sta lavorando per la razionalizzazione della spesa.
Non mi resta che ribadire che il Pd, con la sua amministrazione fallimentare e le sue manovre contabili creative e irregolari, ha messo in serissima crisi il nostro Comune, facendo un danno enorme ai cittadini."

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Democraiti e Progressisti, chiedono l'ennesimo tavolo istituzionale per il problema casa.

Ancorata alla ricerca di presunti sperperi passati e di presunti mirabolanti risparmi futuri l’Amministrazione della nostra città non riesce a dare risposte concrete alle esigenze della sua cittadinanza.
Sul tema della casa, della domanda di intervento sul terreno dell’emergenza abitativa non è in grado di dare risposte, di offrire spunti di riflessione e di confronto.
Al di là della continua propaganda cosa si intende fare, concretamente? Quali azioni si pensa di mettere in moto nei confronti di Aler che lascia letteralmente marcire decine di appartamenti di sua proprietà scaricando sulle amministrazioni locali il problema? Quali azioni si pensa di intraprendere nei confronti di Regione Lombardia, della legge 61, dei criteri di assegnazione?
Crediamo sia giunto il momento nel quale la politica debba assumersi le proprie responsabilità e chi ha il compito di amministrare debba mettere in campo azioni concrete per affrontare la drammatica emergenza abitativa che colpisce centinaia di persone nella nostra città e che non si risolve certo con la propaganda e l’attacco al passato senza avere una visione sul presente e una prospettiva per il futuro.

Si componga subito e si convochi un tavolo istituzionale che veda coinvolti tutti i soggetti interessati, si scenda sul terreno concreto della ricerca delle soluzioni possibili, si chiuda la politica del mettere i penultimi contro gli ultimi, con trasparenza e coraggio.

Democratici e progressisti

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Holding Farmacie srl di Brescia si aggiudica le farmacie Sestesi.

FARMACIE, APERTE LE BUSTE. SINDACO: "CIFRA OTTENUTA OTTIMO RISULTATO, SERVIRA' PER RISANARE I CONTI MANTENENDO UN SERVIZIO OTTIMALE PER I SESTESI"
Si sono concluse le operazioni collegate al bando sulle farmacie comunali. Ieri sono state aperte le buste con le offerte al rilancio, dopo la prima fase a inizio ottobre.
Rispetto alla base d'asta di 12.322.397 euro, l'offerta vincente è stata formulata da Holding Farmacie srl Brescia con la cifra di 16.157.500,50 euro. Nella prima fase l'offerta più alta era stata avanzata da Hippocrates Holding Spa di Milano con una proposta di 13.000.001 euro.
Holding Farmacie Srl, a cui fa capo Cef Brescia che attualmente gestisce il magazzino all'ingrosso delle farmacie comunali, si aggiudica dunque i 10 punti vendita, il magazzino e le relative rimanenze e assorbirà il personale alle stesse condizioni contrattuali.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Basta barriere architettoniche arriva P.E.B.A. un nuovo piano per abbatterle.

AL VIA PIANO P.E.B.A PER LE BARRIERE ARCHITETTONICHE, SI PARTIRA' NEL 2019 DALL'AREA NORD-OVEST DELLA CITTA'
La giunta comunale ha deliberato la nomina dei referenti, l'individuazione del gruppo di lavoro, le indicazioni per la redazione del primo lotto operativo e l'approvazione del logo per il P.E.B.A - Piano di eliminazione delle barriere architettoniche.
Il P.E.B.A. è un importante strumento per la pianificazione, programmazione e controllo degli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche sul territorio cittadino.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Paolo Vino " Giovani Sestesi " sempre più agguerrito contro l'ammministrazione:
L’amministrazione chieda scusa ai cittadini e ritiri le multe e le spese del carro attrezzi

Caro Sindaco Di Stefano, le bugie hanno le gambe corte, soprattutto quando sono poco credibili.
In merito alla scandalosa gestione dello spostamento del mercato del venerdì in via Bettino Craxi l’amministrazione si è giustificata sulle colonne del quotidiano Il Giorno dicendo di aver istallato cartelli ben visibili e di aver avvisato da tempo commercianti e ambulanti per concordare le procedure. Allora ci domandiamo: perché sono serviti tanti carri attrezzi per rimuovere un enorme numero di automobili? E ancora: dice di aver concordato con ambulanti e commercianti, ma i cittadini che risiedono li chi li ha avvisati?
Se davvero l'amministrazione comunale avesse agito correttamente, i vigli venerdì mattina si sarebbero trovati dinanzi all'auto in divieto di sosta di uno o pochi cittadini sbadati, ma il fenomeno è stato così diffuso che evidentemente qualcosa non ha funzionato nella comunicazione.
Con queste dichiarazioni l’amministrazione tratta come imbecilli i sestesi, ai quali dovrebbe solamente chiedere scusa e ritirare le contravvenzioni che gli hanno fatto i vigili.
#lebugiedidistefano continuano e diventano sempre più grottesche

 

Giovani Sestesi

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Sistemati i dossi della Rondinella:

Da almeno 15 anni i dossi dissuasori in Sanpietrino di Viale Matteotti alla Rondinella facevano passare notti insonni agli abitanti dei palazzi circostanti che già alla mattina presto sentivano sobbalzare i cassoni dei camion che vi transitavano.
Causa i molti buchi ed avvallamenti che si formavano dall'usura, più volte le amministrazioni passate hanno messo mano al portafoglio e sistemato il selciato in Sanpietrino senza mai ascoltare i residenti che chiedevano invece la rimozione, cosa che avrebbe fatto anche risparmiare migliaia di € in manutenzione.
Ci ha pensato il Sindaco Di Stefano a ripristinare una cosa che sembrava la più ovvia possibile e la migliore da fare per risolvere con una sola operazione due problemi, da due notti alla Rondinella si dorme più tranquillamente........... i cittadini ringraziano.

N.d.R

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Il sindaco Di Stefano e la sua Giunta come possono gestire una città complessa come Sesto San Giovanni

non sono capaci di gestire nemmeno lo spostamento di un mercato e il cantiere per un sottopasso?
Stamattina in via Bettino Craxi è andato in scena per l’ennesima volta il fallimento politico e amministrativo dell’amministrazione comunale, con numerosi vigili costretti a fare le multe e a rimuovere con il carro attrezzi le automobili parcheggiate (vedi foto allegata) da decine di cittadini vittime della prepotenza del Sindaco Roberto Di Stefano e del suo assessore al Commercio Maurizio Torresani.
Il Comune ha ben pensato di spostare il mercato del venerdì nell’area di via Bettino Craxi, ma ha segnalato il trasloco, semplicemente incollando degli autoadesivi minuscoli (vedi foto allegata) sui cartelli di divieto di sosta che fino a pochi giorni fa indicavano il divieto per la sola giornata di martedì.
Un vero inganno per i cittadini. Una prepotenza che il comandante della polizia locale ha fatto eseguire senza alcuno scrupolo e senza comprensione verso i cittadini ai quali probabilmente visto il grosso caos non era stata data corretta e ampia comunicazione.
L’assessore al Commercio Torresani dov’è? Continua a distinguersi per la sua assenza e per la sua inefficienza. Chi pagherà per le decine di contravvenzioni elevate a cittadini incolpevoli?
Ci sarebbe anche da indagare sulla correttezza dei tempi, oltre che sulla inefficacia della comunicazione. Il sindaco dei Selfie ha dimostrato ancora una volta di pensare solamente alla sua comunicazione e non a quella per i cittadini. Nonostante i sestesi paghino profumatamente un addetto stampa che sembra essere dedicato a curare solamente l’immagine del Primo Cittadino.
Dopo questo fallimento, e dopo il fallimento per la viabilità durante i lavori al sottopasso Campari, dobbiamo attenderci che un nuovo caos sarà creato anche in occasione della riqualificazione del sottopasso Garibaldi.

Antonio Saponara
Vice Segretario Lista Civica Giovani Sestesi

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Informazioni aggiuntive