Notizie da Sesto San Giovanni

Gianpaolo Pietra SestodemocraticaArticolo UNO: Per una nuova Europa, per il rafforzamento della famiglia Socialista Europea.

Al Congresso di Bologna Articolo UNO ha deciso di rispondere positivamente all’appello lanciato dai vertici del Partito Socialista Europeo di lavorare per il rafforzamento della rappresentanza Socialista nel Parlamento Europeo evitando dannose dispersioni di voti in una fase nella quale appare prioritario rafforzare le forze progressiste e antifasciste per arginare l’ondata dei nazionalismi e per aprire una nuova stagione europea che si sviluppi sulla base di politiche di equità sociale, per il lavoro e gli investimenti, di accoglienza e gestione unitaria dell’immigrazione, per lo sviluppo di una vera politica ambientalistica.
Articolo UNO ha deciso di mettere a disposizione le proprie energie e le proprie forze per la formazione di una lista unitaria e aperta dei partiti che si riconoscono nella famiglia Socialista europea e, sebbene questa disponibilità sia stata colta solo in parte ha deciso di partecipare al prossimo appuntamento elettorale nella lista PD- Siamo Europei- PSE appoggiando i propri candidati dove presenti ( Maria Cecilia Guerra nella circoscrizione Nord Ovest e Massimo Paolucci nella circoscrizione Sud) e le figure presenti nella lista che meglio possono rappresentare un percorso, un’esperienza e dei valori condivisibili (per esempio nelle circoscrizioni Centro e Isole Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa).
Nella circoscrizione Nord Ovest non sono presenti candidati di Articolo UNO, ma anche qui lavoriamo per lo stesso obiettivo individuando le candidature che meglio interpretano valori vicini ai nostri che pensiamo possano essere di contributo alla costruzione di una nuova Europa.
La nostra sezione ha individuato nella circoscrizione tre figure per le quali invita a votare scrivendo il loro nome sulla scheda elettorale accanto al simbolo della lista:
Brando Benifei, giovane europarlamentare uscente impegnato sui temi dell’integrazione europea con attenzione alle giovani generazioni.
Anna Mastromarino, convinta europeista impegnata, amica e vicina a Libera, professoressa di Diritto Comparato all’Università di Torino.
Pierfrancesco Maiorino, assessore alle politiche sociali del Comune di Milano il cui impegno sul fronte dei diritti sociali e delle battaglie per l’uguaglianza è noto.
Per una nuova Europa, per il rafforzamento della famiglia Socialista Europea.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Che fine a fatto il centro sportivo polivelente dell'area Falck Vulcano ?

Il Sindaco Di Stefano e l'Assessora Pini brandiscono come un'arma impropria lo sbandieramento della riapertura della piscina Carmen Longo come cosa già fatta e alcuni organi di stampa riprendono la notizia come se fosse già cosa certa e definita.
Forse un po' di chiarezza non guasta dato che al momento è stata fatta solo una perlustrazione per capire chi e se avesse interesse a presentare un progetto e di fronte ad una sola manifestazione si da la riapertura e la ristrutturazione come già decisa mentre in realtà il disegno di cofinanziamento pubblico/privato deve passare in Consiglio Comunale dopodichè deve essere aperta una procedura di manifestazione di interesse e in seguito la gara vera e propria e quindi sbandierare oggi la data di apertura per l'estate 2021 pare quantomeno un po' azzardato.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Per fare spazio alla cittadella dello sport e alla nuova piscina sparirà un pezzo di Via F.lli Bandiera. " la decisione in CC il 21 maggio "

RIAPRIRA’ LA PISCINA CARMEN LONGO, PRESENTATO PROGETTO PER RIQUALIFICAZIONE STRUTTURA
L’amministrazione comunale comunica la fine positiva del processo di verifica del progetto di fattibilità per la riqualificazione e riapertura della piscina Carmen Longo. Si ricorda che dal 2015 l’impianto è stato messo fuori esercizio dalla precedente amministrazione, a causa dell’aggravarsi delle condizioni di degrado e da quell’anno il Comune non mette più a disposizione dei cittadini la struttura.
L’amministrazione comunale ha da subito valutato prioritario ricreare le condizioni per un servizio che il Comune ritiene qualificante e caratterizzato da rilevanti elementi di interesse pubblico. Ha quindi immediatamente aperto un avviso esplorativo per individuare operatori economici interessati alla riqualificazione e gestione della piscina “Carmen Longo”, da compiersi mediante lo strumento della finanza di progetto.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

VADEMECUM PER L’EUROPA

Sesto San Giovanni, 08 maggio 2019
Giovedì sera 09 maggio alle ore 21,00 presso la Sala Affreschi di Villa Visconti d’Aragona a Sesto San Giovanni – Via Dante n.6 si terrà, organizzata dall’Associazione Culturale Sesto Nel Cuore, una interessante serata di informazione e riflessione sulle prossime elezioni europee, per renderci più consapevoli dell’importanza del nostro voto!
Parteciperanno il Prof. Comero, Vicepresidente dell’Istituto Studi Politici diretto da Giorgio Galli con una introduzione storica della Prof.ssa Annalisa Grippa.
Seguirà, alla fine, un dibattito con i presenti.
Gianpaolo Caponi
Presidente Associazione Culturale Sesto Nel Cuore

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Elezioni Europee: Il nuovo CDU sostiene la lista per L'italia e per L'europa

«Necessario rivalutare l’esperienza dei democratici cristiani e riformisti»
MILANO, 08 maggio 2019 - Le elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo costituiscono un momento fondamentale nel processo di rafforzamento della Unione Europea, pertanto l’appuntamento elettorale europeo va vissuto intensamente, cogliendo le opportunità per ridare senso alla politica sommersa dal cumulo delle improvvisazioni pericolose. La lista a cui il Nuovo Cdu ha aderito "Popolari per l'Italia - Popolari democratici e cristiani insieme per l'Europa" intende porsi come cesura a una situazione insostenibile per immettere energie sopite nel circuito della politica. È l'unica lista che si richiama al popolarismo cristiano. È la sola aggregazione, dopo tanti camuffamenti e opportunismi, che sta tentando di non far disperdere le potenzialità di patrimoni umani e culturali che hanno pensato di preservare l'Europa e l'Italia da rigurgiti di nefasti sovranismi e autoritarismi. L'esperienza dei democratici cristiani e dei riformisti va rivalutata con forza. È tempo per rimuovere nullismi e dissacrazioni di valori senza i quali c'è solo deserto.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

La luce per le feste dell'ARCI al Carropnte era pagata dai Sestesi.

CARROPONTE, SI CHIUDE VICENDA BOLLETTE CON ARCI DAL COMUNE: "AVEVAMO RAGIONE, CIFRA TOTALE A CARICO ARCI SUPERIORE AI 300 MILA EURO"
L’amministrazione comunale, sin da quando si è insediato il Sindaco Di Stefano, si è attivata per procedere alla quantificazione e quindi al pagamento da parte del concessionario delle spese per consumi di energia elettrica per le attività di intrattenimento, spettacoli e servizi complementari nell’area Carroponte.
Infatti dall’aprile 2010 fino al 2017 le spese venivano anticipate dal Comune e non richieste all’operatore seppur il capitolato d’oneri fosse chiarissimo.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Gianpaolo Pietra SestodemocraticaUna  " Pietra " in consiglio comunale.

La nostra Costituzione, giustamente, stabilisce che per gli eletti non esiste vincolo di mandato, ma quando è troppo è troppo.
Oggi il Consiglio comunale di Sesto è lontanissimo dal rappresentare una fotografia del voto del 2017.
Un Sindaco chiaramete votato come appartenente a Forza Italia che lo sosteneva e che oggi afferma bugiardescamente di non c'entrare nulla con quel partito da tre anni..., i civici che lo hanno appoggiato al ballottaggio spariti e dissolti con la formazione di altri gruppi (Identità Civica e Gruppo misto), la lista civica del Sindaco uscente che cambia nome all'insediamento del Consiglio e si costituisce in autonoma associazione, il dividersi a metà il mandato tra PIano e Vino con l'ingresso in Consiglio dei Giovani Sestesi che non erano presenti alle elezioni e che facevano parte della lista di Piano che si era apparentata con il centrosinistra al ballottaggio mentre Vino al suo primo Consiglio dichiara che l'esperienza della Lista Popolare per Piano è esaurita e che adesso in Consiglio ci sono i Giovani Sestesi che si pongono autonomi da tutti...
Insomma il Consiglio non rappressenta davvero più la volontà popolare del 2017 e la città è di fatto governata da una serie di forze che indiscutibilmente in città sono minoritarie con un assessore (Lamiranda) che oggi appare come una sorta di plenipotenziario e che alle elezioni del 2017 fu sonoramente trombato raccogliendo la miseria di 232 voti con la sua lista di Fratelli d'Italia rimasta esclusa dal Consiglio.
Qui non siamo di fronte all'assenza di vincolo di mandato, siamo di fronte ad una questione di democrazia rappresentativa umiliata e sbeffeggiata.

p. Articolo UNO sezione Primo Maggio Sesto San Giovanni
Giampaolo Pietra

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Le donne del Pd esprimono vicinanza alla giovane donna vittima di inaudite violenze da parte del compagno. I fatti sono accaduti nella nostra città

L’ennesima donna vittima di spietate violenze, minacce e vessazioni che perduravano da anni. Il tutto nella nostra città, Sesto San Giovanni. Il carnefice, ancora una volta, il compagno: un italiano già in carico ai servizi sociali per una precedente condanna. Ci sono volute 8 ore di deposizione presso il commissariato di polizia affinché la donna potesse raccontare la lunga sequela dei maltrattamenti subiti. Ora la vittima è al riparo presso una struttura specializzata che l’accompagnerà nel lungo percorso di riabilitazione umano e psicologico. Le donne del Pd, di fronte a tali fatti, oltre a provare sdegno e disgusto, esprimono vicinanza e affetto alla giovane vittima, una ragazza di soli 25 anni.
Questi ultimi fatti ci dicono quanto sia importante l’esistenza sul territorio di reti antiviolenza e di rifugi ove le donne possano trovare un luogo di rinascita e ricostruzione personale.
Il triste episodio ancora una volta certifica quanto già dicono le statistiche, cioè che a livello locale come a livello nazionale la vera "emergenza sicurezza" è la violenza che le donne subiscono da uomini che conoscono, spesso loro famigliari. C'è bisogno di serie politiche di prevenzione contro la violenza sulle donne, di adeguati stanziamenti e di luoghi per permettere alle donne maltrattate riprendersi la propria vita
Peccato che questa amministrazione comunale e in particolare il Sindaco, non siano stati neppure in grado di garantire che la casa rifugio operante a Sesto dal 2011 (determinante nel percorso di liberazione per ben 22 donne vittima di violenza) continui ad essere operativa anche in futuro in quanto l’immobile (confiscato in passato alla mafia) potrebbe essere venduto per fare cassa.
Ricordiamo al Sindaco e a questa giunta che la tutela e il rispetto di tutte le donne rientrano tra i principi irrinunciabili e pertanto non sono e non saranno mai in vendita.

Le donne del Partito Democratico

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Informazioni aggiuntive