Notizie da Sesto San Giovanni

Se davvero ci tiene a Sesto adesso è l'ora delle dimissioni del Sindaco Di Stefano

Il Vicesindaco Caponi si è dimesso.
Tre giorni fa si era dimessa l'assessora Tittaferrante.
L'alleanza tra Di Stefano e Caponi è ufficialmente sciolta, sempre che sia mai esistita al di là degli accordi elettorali.
Il Sindaco Di Stefano rischia da oggi di non avere più una maggioranza in Consiglio Comunale ma, a prescindere da questo, Di Stefano ha già bruciato migliaia dei voti che hanno sancito la sua vittoria al Ballottaggio dello scorso giugno.
A questo punto ogni sestese che tenga alle sorti di questa nostra amata città, indipendentemente dal Credo politico in cui si riconosce, richiede a questo gruppo di Governanti di rassegnare le proprie dimissioni per garantire un nuovo corso che sappia trovare in sè fondamenta davvero solide.
Sesto merita più che un equilibrio instabile tra il senso di onnipotentenza e l'attaccamento alle poltrone che Di Stefano, nel caso non si dimettesse, dimostrerebbe.

Sesto merita più di questo. "Siamo Sesto, mica paglia".
Michele Foggetta Portavoce Liber i e Uguali Sesto

 Notizie da Sesto San Giovanni

Sesto San Giovanni, Con un annuncio sulla pagina Facebook: Si dimette anche il vice Sindaco

Essendo io il principale responsabile di tutto il nostro movimento civico, assumo su di me l’onere delle decisioni prese e le responsabilità conseguenti. La mia esperienza in Giunta termina qui. Rassegnerò domani mattina le mie dimissioni da Vicesindaco; ho avuto il privilegio di svolgere questo autorevole incarico conoscendo e apprezzando ancora di più Sesto San Giovanni.
Abbiamo accettato una alleanza con Roberto Di Stefano sulla base di un rapporto leale e ispirato a un progetto per la città con un programma condiviso e innovativo. A quasi un anno dal voto abbiamo assistito a un impoverimento degli obiettivi e all'inasprimento delle tensioni con la città rimasta sin qui inascoltata. Nonostante questo nella ricerca di un difficile confronto con lo stesso Sindaco ho mantenuto sempre un comportamento corretto votato a cercare di condividere insieme le migliori soluzioni. Il sogno che abbiamo di costruire una città dialogante basata sulla ricerca delle soluzioni ai problemi concreti dei cittadini, e lontano dalle contrapposizioni partitiche-elettorali, è venuto meno per il prevalere di altre logiche. Non riuscendo a determinare scatti in avanti sulla strada di un miglioramento dell’azione di governo, sulla strada del confronto e della condivisione, inascoltati e accantonati i nostri valori, nonostante la forza elettorale abbia detto altro, non posso far altro che un passo indietro per compierne due in avanti.
Sesto Nel Cuore non chiederà deleghe in sostituzione alle mie e a quelle rassegnate da Angela Tittaferrante nella giornata di Venerdi. Ringrazio Angela per la passione e l’impegno che ha profuso in questi mesi. Noi siamo una squadra, lo siamo oggi e lo saremo domani. Nessun assessore presente o futuro potrà arrogarsi quindi l’onore di rappresentare in giunta la lista civica Sesto Nel Cuore. Continuerò a occuparmi di Sesto, città che amo, a cui debbo molto; non finisce quindi qui il mio e nostro impegno per Sesto.
Ringrazio i dipendenti e funzionari comunali con cui ho avuto il piacere di collaborare, ringrazio i cittadini per l’enorme sostegno ricevuto in questi mesi. Gianpaolo Caponi

 Notizie da Sesto San Giovanni

E' finita l'era del Polo Civico. Caponi ha tradito il suo assessore di fiducia Tittaferrante

Con le dimissioni forzate dell'Assessore ai Servizi Sociali, Angela Tittaferrante, è finita nel modo peggiore l'avventura dei “civici” di Sesto San Giovanni e volge al tramonto anche l'esperienza del centro-destra alla guida della nostra città.
Tittaferrante non ha solamente lasciato la sua esperienza politica, ma ha sbattuto violentemente la porta in faccia al sindaco Di Stefano, accusandolo di autoritarismo e di mancanza di capacità di dialogo su alcune scelte strategiche per la città. Tra i fondatori di “Sesto Nel Cuore” già consigliere comunale nella passata legislatura e oggi Assessore all'Educazione e ai Servizi Sociali nella coalizione che riunisce “civici” e centro-destra , Tittaferrante ha dovuto affrontare le proteste dei comitati genitori sul tema dei nidi e i rincari in diversi settori dei servizi sociali decisi dalla Giunta Di Stefano a danno dei sestesi.
Ora è stata sacrificata per fare posto a un altro ex esponente politico che pare avere “Santi in paradiso”, e dunque maggiore attenzione da parte del sindaco e del suo entourage.
In tutto questo, che fine ha fatto il Vicesindaco Gianpaolo Caponi, che di “Sesto nel Cuore” è anche il Presidente?
Lo avevamo lasciato con la testa sotto la sabbia, come gli struzzi, in occasione delle proteste di migliaia di sestesi contro l'operato della sua Giunta; lo ritroviamo nascosto anche ora, incapace di assumersi le sue responsabilità.
A giudicare dall'intervista rilasciata sul settimanale “Sesto Week” la scorsa settimana, Caponi già allora aveva tradito la sua scudiera Tittaferrante, affrettandosi a dichiarare pubblicamente fedeltà al Sindaco per salvare la sua poltrona, di fatto tagliando fuori il suo assessore.
Ora, in qualità di Presidente di “Sesto nel Cuore”, sarebbe chiamato a difendere pubblicamente il suo esponente politico. La sfiducia nei confronti di un assessore dovrebbe addirittura imporre la fuoriuscita di tutti i “civici” dalla Giunta.
Soprattutto dopo che la Tittaferrante ha motivato le sue dimissioni con gravissimi motivi che ne riguardano l'operato e che imporrebbero una riflessione politica. Invece si è dileguato, forse sperando di non essere colpito da questa purga.
Caponi deve fare i conti con il fallimento totale del suo polo civico. Almeno quattro dei sette consiglieri che fanno riferimento a lui la gran parte, quindi lo hanno infatti già abbandonato, schierandosi direttamente con Di Stefano.
E non c'è dubbio che la base della lista civica lo contesterà e lo abbandonerà nel momento in cui si scoprirà che è stato lui a tradire Angela Tittaferrante.
A Caponi non resterebbe altro da fare che raccogliere i cocci del suo fallimento politico e uscire di scena, facendo cadere questa maggioranza inetta e litigiosa, ma salvando almeno la faccia.

Paolo Vino
Segretario Politico
Lista Civica Giovani Sestesi

 Notizie da Sesto San Giovanni

Roberto Di Stefano FIRoberto D Stefano ringrazia l'ex assessore Tittafferrante " al suo posto potrebbe subentrare la C.C AIOSA di Identità civica "

Ringrazio Angela Tittaferrante per il lavoro svolto, per la passione, per l'impegno dimostrati in questi mesi. Si è dovuta confrontare con una delega complessa e con situazioni difficili che comportavano scelte importanti. Nel tempo ho avuto alcune divergenze d'opinione con Angela su certe linee d'indirizzo, sulle modalità di confronto, sulla necessità e urgenza di attuare un cambiamento senza compromessi ma con la piena assunzione di responsabilità delle scelte, soprattutto considerata la difficile eredità di bilancio che ci ha lasciato il centrosinistra. Rispetto le motivazioni della scelta di Angela Tittaferrante. Come ha giustamente dichiarato ci sono tanti modi e contesti in cui potrà dare il suo importante contributo per il bene della nostra città, le auguro di continuare a essere una protagonista della vita politica e sociale di Sesto San Giovanni. La giunta continuerà a lavorare, con impegno e dedizione, per il bene dei sestesi. Il nuovo assessore sarà nominato nei prossimi giorni."

Roberto Di Stefano - Sindaco di Sesto San Giovanni

 Notizie da Sesto San Giovanni

Sesto San Giovanni: Angela Tittaferrante si dimette da assessore.

In data odierna 13 Aprile 2018 ho rassegnato le mie dimissioni al Sindaco Roberto Di Stefano.
Con lo stesso non ho condiviso, in alcuni momenti, il metodo da cui sono derivate delle scelte importanti. Non mi sono trovata in accordo su taluni contenuti e sulle modalità espresse sinora, che sottovalutano l’importanza del dialogo e del confronto. Le decisioni devono essere sempre frutto del dialogo e del confronto anche se serrato. Interrompo quindi il mio lavoro non avendo costatato un cambiamento nonostante le mie sollecitazioni. La coerenza è uno dei miei valori. Ho preferito sin qui prendermi tutte le responsabilità. Auguro a chi verrà dopo di me di essere messo o messa nelle migliori condizioni per svolgere il proprio compito al servizio della città.
La Città con i voti che ho ricevuto, mi ha offerto la possibilità di fare una bellissima esperienza da me svolta in questi mesi con il massimo impegno. Sono stata la donna più votata alle ultime elezioni, questo segno di riconoscimento di cui sono grata a tutti i miei concittadini, non può essere oscurato da logiche personali o di bilancia partitica. Ora faccio un passo indietro perché le convinzioni e i principi vengono prima delle posizioni. Non ho bisogno di un ruolo formale per continuare a dare il mio servizio alla città che amo, rimango quindi a disposizione della stessa con le mie energie e le mie competenze.
Ringrazio Gianpaolo Caponi per il sostegno, l’amicizia e la vicinanza.
Ringrazio Sesto Nel Cuore, forza civica in cui sono stata eletta, e in cui continuerò orgogliosamente a militare.
Auguro buon lavoro al Sindaco, alla Giunta e a tutti i membri del Consiglio Comunale.

Angela Tittaferrante

 Notizie da Sesto San Giovanni

Cesare Seregni Comitato Cascina Gatti: Inceneritore di Via Manin " al più presto un tavolo tecnico di consultazione permanente, con CAP ed i cinque Comuni soci di CORE "

Valutazioni e proposte da parte del COMITATO CASCINA GATTI, a seguito del Consiglio Comunale del 28.3.2018, avente per oggetto l’analisi di quanto fatto sinora da TBF, ed a quanto emerso in merito alle prospettive future del complesso di via Manin.
DISMISSIONE E DEMOLIZIONE DELL’INCENERITORE con conseguente :
• TRATTAMENTO (INCENERIMENTO ?) di FANGHI da DEPURAZIONE
• TRATTAMENTO MECCANICO a FREDDO di RIFIUTI INDIFFERENZIATI
• PRODUZIONE di BIOGAS
• CREAZIONE di un CENTRO di RICERCA AMBIENTALEIN  UNA SOCIETÀ A PROPRIETÀ INTERAMENTE PUBBLICA.

 Notizie da Sesto San Giovanni

A Sesto San Giovanni torna “Orto in Festa”: laboratori a bordo orto di fronte al Poliambulatorio di via Gorizia

Rinnovata la partnership con il Comune nell’ambito del progetto “Bene comune, cresce con cura”

Milano, 12 aprile - Centro Medico Santagostino rinnova la partnership con il Comune di Sesto San Giovanni nell’ambito del progetto “Bene comune, cresce con cura” anche per il triennio 2018/20.
Così, per altri tre anni, la piazzetta di via Gorizia antistante al centro medico si anima con il ciclo di eventi “ORTO IN FESTA” , in un’ottica di promozione degli stili di vita salutari.

 Notizie da Sesto San Giovanni

UNO PER UNO Il Circuito lombardo Musei del Design al “Fuorisalone” 2018

Da lunedì 16 a sabato 21 aprile 2018, nel corso della Milano Design Week, all’Archivio Giovanni Sacchi/Spazio MIL sito nell’area del “Carroponte” a SestoSan Giovanni (facilmente raggiungibile da Milano attraverso le metropolitaneM1 e M5), undici musei lombardi del design si presentano con una mostra in cuil’identità di ogni collezione sarà rappresentata da un oggetto iconico.Si tratta della prima mostra-vetrina di musei di impresa e di collezioni privateche testimoniano l’incontro fecondo tra designer e industrie, attraverso il qualeil “made in Lombardy” è conosciuto a livello mondiale. Sono raccolte di altolivello culturale e di levatura internazionale quanto a qualità e completezzadelle collezioni, direttamente costituite dalle Case produttrici o da intelligenti edappassionati collezionisti privati che hanno dedicato anni di ricerche, compiendo importanti acquisizioni per giungere alla costituzione di patrimoni museali, oggi
aperti al pubblico.

Informazioni aggiuntive