Notizie da Sesto San Giovanni

No alla violenza di genere " la marcia delle Donne "

Il 25 novembre - giorno in cui nel 1960 le tre sorelle Mirabal furono torturate e uccise dai militari nella Repubblica Dominicana del dittatore Trujillo - è una data che ricorda a tutte e tutti noi quanto siamo ancora lontani da una società in cui donne e uomini possano dirsi davvero liberi ed eguali di ricercare ciascuno la propria realizzazione come persone.
La violenza sulle donne mette in questione la nostra democrazia che non potrà dirsi compiuta fino a quando la metà del genere umano dovrà temere di essere picchiata, violentata e uccisa dall’altra metà.
IN ITALIA NEL 2016 CI SONO STATI 145 FEMMINICIDI, cioè una donna uccisa ogni 2 giorni e mezzo dal proprio compagno o ex compagno solo per il fatto di voler decidere della propria vita, e quasi 7 milioni hanno subìto nel corso della loro vita una qualche forma di violenza, fisica o psicologica.
Nella nostra città, così come in ogni altra parte del Paese, non bisogna abbassare la guardia: l’attenzione e gli sforzi devono essere rivolti alla prevenzione e al contrasto di ogni forma di violenza di genere, al sostegno e all’aiuto nei confronti delle vittime.
E’ importante continuare a condurre campagne ed interventi culturali e di sensibilizzazione rivolti a tutta la cittadinanza e con particolare attenzione ai giovani, perché la violenza di genere è in primo luogo il prodotto di un contesto culturale ancora fondato sul patriarcato, ossia sulla convinzione della superiorità sociale degli uomini.
A partire dalle esperienze sviluppate nel nostro territorio negli anni, che hanno permesso lo svilupparsi di una rete di servizi e di interventi di sensibilizzazione diffusi, condividendo l’obiettivo di tenere viva e alta l’attenzione su questi temi, abbiamo organizzato per sabato 25 novembre un pomeriggio di presenza e incontro nelle strade di Sesto San Giovanni “PER STRADA INSIEME CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE”.
Il percorso, che muoverà da Piazza Oldrini alle 15,30, sarà al Rondò con una coreografia di danza, poi in Largo Lamarmora con letture e musica, per finire in Piazza Petazzi, dove per tutto il pomeriggio si svolgeranno momenti informativi e di riflessione.Il nostro impegno, il 25 novembre e tutti gli altri giorni, è quello di lottare in ogni ambito per la libertà delle donne, perché non ci siano più né vittime né violenza.
Hanno aderito all’iniziativa:

 Notizie da Sesto San Giovanni

A Sesto San Giovanni non arriva EMA Agenzia Europa del Farmaco.

“In un’intervista radiofonica di questa mattina, parlando da Bruxelles, il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani (centro-destra) incoronava Milano come luogo destinato all’arrivo dell’EMA (Agenzia Europea del Farmaco), arrivando addirittura a indicare quale sede fisica i locali del Pirellone, sede di Regione Lombardia.
Se l’esito del voto, previsto per le ore 17 di oggi, fosse quello prospettato, significherebbe che alla coalizione attualmente al governo della città non è bastato sconfiggere la “roccaforte rossa” di Sesto San Giovanni ed eleggere un sindaco sempre di area di centro-destra e non è bastata neppure la sinergia con la Giunta presieduta da Roberto Maroni (centro-destra) per portare il prestigioso istituto accanto alla Città della Salute e della Ricerca nelle aree ex Falck.
Ci sorge un dubbio: non sarà che, a furia di fare proclami, selfie e scoop, anche la cosiddetta “politica alta” non crede più al neo-sindaco di centro-destra e al suo entourage?
Come Lista Civica Giovani Sestesi aspettiamo comunque fiduciosi, fino all’ultimo momento, i risultati attesi da Bruxelles, tenendo le dita incrociate per la candidatura della nostra città, forte di una posizione strategica e, appunto, dell’annunciata Città della Salute e della Ricerca.
Nonostante si parli di un “testa a testa” tra Milano e Bratislava, auspichiamo che Sesto San Giovanni possa essere il luogo di atterraggio dell’EMA da Londra. In caso contrario, come sottolineato dal dott. Davide Bizzi (proprietario delle aree ex Falck), ci connoteremo solo ed esclusivamente come “mecca dello shopping”.
Molto peggio, secondo il nostro parere, dello “shopping nei centri commerciali”.

Paolo Vino
Segretario Politico
Lista Civica Giovani Sestesi

 Notizie da Sesto San Giovanni

Sicurezza, sindaco Di Stefano: 150 allontanamenti in 4 mesi, non sono un record ma il rispetto della legalità, una cosa che a Sesto non si percepiva da anni.

“Non sappiamo se Sesto San Giovanni detenga un record, ma di certo è uno dei Comuni che ha applicato con maggior rigore il decreto Minniti. In 4 mesi abbiamo posto in essere 150 allontanamenti grazie alle ordinanze anti-accattonaggio, contro il commercio abusivo e contro i bivacchi, posti in essere dalla nostra Giunta. Un’azione che, grazie all’infaticabile supporto della Polizia Locale e delle Forze dell’Ordine prosegue quotidianamente. Senza mai abbassare la guardia”. Roberto Di Stefano, da giugno primo sindaco della storia del centrodestra nell’ex Stalingrado d’Italia, commenta così i dati diffusi dai media riguardanti una ricognizione condotta dall’Associazione dei Comuni d’Italia, secondo cui sono circa 220 le ordinanze emesse soltanto nei capoluoghi di provincia, a sette mesi dalla conversione in legge del decreto Minniti sulla sicurezza urbana che ha rafforzato i poteri dei sindaci. Mentre, dagli ultimi dati del Viminale aggiornati a metà settembre, sono già 700 gli allontanamenti e 80 i Daspo urbani. “La speranza - conclude Roberto Di Stefano - è che molti altri sindaci imitino il modello-Sesto emanando ordinanze applicandole con l’obiettivo di garantire sicurezza e legalità agli italiani”.

 Notizie da Sesto San Giovanni

sestofacile.it un passo nel futuro.

Sabato 18 novembre dalle ore 9.30 alle 13 sarà presentato in Sala Consiglio, nel palazzo comunale di Piazza della resistenza 20, il nuovo sportello telematico per l'edilizio. Sul sito www.sestofacile.it ora si possono inviare non solo le pratiche che riguardano le attività produttive (Suap) ma anche quelle dell'edilizia (Sue). Con Sestofacile si possono inviare le pratiche a qualunque ora del giorno, senza venire in Comune. E' sufficiente avere la Crs e il Pin. E' il primo passo della digitalizzazione del Comune che dall'edilizia si estenderà man mano a tutti i servizi comunali, in modo da consentire, in futuro, ai cittadini di poter trasmettere online qualunque tipo di richiesta.

Durante l'incontro verrà fatta una dimostrazione pratica su come usare lo sportello telematico.

"Con il 2018 l'edilizia - commenta l'assessore all'urbanistica Lamiranda - svolta anche a Sesto. Mutuando l'esperienza positiva di altri Comuni mi sono immediatamente adoperato per avere anche a Sesto le pratiche edilizie online. Questo consente non solo di velocizzare i tempi ma soprattutto di garantire il massimo della trasparenza in ogni fase del processo amministrativo. Il passaggio successivo sarà digitalizzare l'archivio delle vecchie pratiche edilizie per consentire anche qui l'azzeramento dei tempi di attesa e dei costi per la loro ricerca delle pratiche. Sono molto soddisfatto dell'obiettivo raggiunto in poco tempo. E' la dimostrazione che volendo si può raggiungere qualunque risultato prefissato. Un altro impegno del programma elettorale che si sta attuando".

"L'obiettivo di questa amministrazione - commenta l'assessore al bilancio Pini - è quello di rendere più semplice la vita ai cittadini e agli operatori. La digitalizzazione dei procedimenti dell'edilizia è uno di questi passaggi obbligati. Semplificare i processi di presentazione e consultazione delle pratiche edilizie mira a rendere più efficace ed efficiente il rapporto tra l'amministrazione e i professionisti"

 Notizie da Sesto San Giovanni

A Cesare quel che è di Cesare: " Ma siamo sicuri che prima era così ! "

Un sussulto di signorilità e magari di onestà intellettuale, questo ci si sarebbe aspettato dall'Assessora al Bilancio Nicoletta Pini nell'annunciare che a Sesto non si dovrà rimborsare nulla in della Tari perché i conti e l'applicazione delle normative sono corretti.
Mentre si grida ogni giorno contro presunti buchi di bilancio almeno la presa d'atto che la precedente amministrazione e segnatamente l'Assessora al Bilancio Virginia Montrasio ha svolto correttamente le sue funzioni su un tema tanto delicato come una tassa locale poteva essere dichiarato.
Un'altra occasione persa dalla giunta Di Stefano per dimostrare di possedere il minimo accettabile di senso delle istituzioni.
Grazie,
per Art. UNO Mdp Sesto San Giovanni
Giampaolo Pietra

 Notizie da Sesto San Giovanni

Diritti dei bambini raccontati dai bambini: In Villa Purricelli Guerra dal 18 al 25 Novembre il disegno più lungo del mondo.

I diritti dei bambini raccontati dai bambini di tutto il mondo, con i loro disegni. E' questo il tema della mostra che si svolgerà dal 18 al 25 novembre a Sesto San Giovanni, in Villa Puricelli Guerra (via Puricelli Guerra 24), dal titolo "Il disegno più lungo del mondo". L'iniziativa è stata organizzata dal Comune di Sesto in collaborazione con la Cooperativa Sociale EOS, in occasione della Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che ricorre il 20 novembre, data in cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò, nel 1989, la Convenzione ONU sui diritti dei più giovani. I disegni sono stati realizzati da bambine e bambini di età compresa fra 9 e 11 anni, in diverse parti del mondo: le opere provengono da città italiane (Besana in Brianza, vicino a Monza; Campalto, vicino a Venezia; Grosseto; Torino e Roma); da Bangui, nella Repubblica Centrafricana; da Lima, in Perù; da Jenin, nei Territori Palestinesi. Tema unificatore dell'evento sono i 54 articoli della Convenzione Onu. "Invito a visitare questa mostra – spiega l'Assessore all'Educazione e politiche per l'infanzia, Angela Tittaferrante – I bambini sono soggetti indifesi che spesso si trovano a scontare gli errori di noi adulti. E' importante tutelare e proteggere i bambini perché possano crescere il più serenamente possibile. E' uno dei compiti più rilevanti dell'assessorato che dirigo e ci impegna quotidianamente". La mostra sarà inaugurata sabato 18 novembre dalle ore 10, con apertura pomeridiana dalle ore 14.30 alle 17.30. Gli orari di visita sono da lunedì a giovedì dalle ore 9 alle 17 e venerdì dalle ore 9 alle 13; le scuole possono prenotare inviando una mail di richiesta a l.nosedasestosg.net

 Notizie da Sesto San Giovanni

Ernesto Breda, Caponi: Saremo parte attiva per restituire la statua alla Città.

“Ho letto con attenzione – commenta Gianpaolo Caponi, vicesindaco di Sesto San Giovanni – l’appello degli ex dipendenti Breda che rivendicano la restituzione della statua dell’ingegner Ernesto Breda alla città. Infatti fino al 2005 era posizionata dove incominciavano i capannoni industriali ma poi è stata rimossa e relegata in un luogo non pubblico. Ritengo importantissimo salvaguardare la memoria storica della nostra città, mantenendo vivo il ricordo di un grande protagonista di Sesto San Giovanni. Per questo mi rendo disponibile a incontrare gli ex bredini, per decidere insieme le modalità di trattativa con la società immobiliare che detiene la statua ed eventuali iniziative per il restauro e il ritorno in città. Crediamo che sia un giusto riconoscimento a un imprenditore lungimirante e agli operai che, con tanta passione, portano avanti la tradizione e la memoria di un simbolo di storia e orgoglio della nostra città”

 Notizie da Sesto San Giovanni

Tari: A Sesto il calcolo è corretto.

In merito agli errori di calcolo sulla Tari emersi in alcuni comuni, l’amministrazione comunale comunica che a Sesto il calcolo sulle pertinenze è stato correttamente applicato. “La città non rientra tra i comuni che dovranno rimborsare parte della quota variabile sulle pertinenze (box, cantine e solai) – commenta Nicoletta Pini, assessore al Bilancio. Confermiamo che non ci sono state duplicazioni né addebiti ingiustificati e che è stata seguita in maniera corretta la normativa in merito. Tranquillizziamo, dunque, i cittadini sestesi e ringraziamo l’ufficio tributi per l’efficace lavoro e la pronta verifica"

Informazioni aggiuntive