Notizie da Sesto San Giovanni

Il cantautore Michelangelo Giordano, si esibirà per l’evento Bella Calabria: testimonianze, musiche e sapori della Calabria che si ribella

IL CANTAUTORE SESTESE MICHELANGELO GIORDANO OSPITE MUSICALE DELL’EVENTO ANTIMAFIA BELLA CALABRIA-IN FESTA CONTRO LA ‘NDRANGHETA
Il cantore Michelangelo Giordano, si esibirà per l’evento Bella Calabria: testimonianze, musiche e sapori della Calabria che si ribella, organizzato dall’associazione antimafia Libera a Milano

Sabato 30 settembre alle ore 18:30 centro socio ricreativo “Ercole Ratti” Via Cenisio, 4 Milano

L’iniziativa realizzata dall’associazione antimafia Libera, si aprirà con la presentazione del ponte Milano-Calabria, seguiranno testimonianze, saluti ed un aperitivo con buffet di prodotti calabresi , Coop e Libera Terra.
Alle ore 21:00 avrà inizio il concerto con artisti che ricorderanno, in musica, il valore, la tradizione e le sonorità tipiche della Calabria.
Ad aprire il concerto sarà il cantautore calabrese di adozione sestese, Michelangelo Giordano, con alcuni brani del suo album “Le strade popolari”; un album ricco di sonorità folk etniche e testi che, spesso, toccano tematiche d’impegno sociale. Tra i brani proposti anche “Non cangiunu li cosi”, brano ispirato dal famoso discorso di Rosaria Costa Schifani dopo la strage di Capaci.
La canzone è stata candidata al premio Musica Contro le Mafie 2015, è diventata la sigla dell’evento antimafia “Ricordare per cambiare” ed ha ottenuto il Premio speciale Miglior Testo al festival Musicalmente Show in Calabria.

 

 Notizie da Sesto San Giovanni

Manifestazione promossa da Aned domenica 8 ottobre

Il reiterarsi delle azioni dei gruppi neofascisti e le vegognose azioni di attacco ai simboli della guerra antifascista e delle sofferenze patite dagli antifascisti e dalla popolazione negli anni in cui il nostro Paese lottava per liberarsi dalla dittatura e per far cessare la guerra richiedono la più ferma mobilitazione di tutte le forze politiche, associazionstiche e sociali che hanno nella difesa dei valori costituzionali nati dalla Resistenza i propri valori fondanti.
Di fronte all'ennesimo attacco fascista, allo sfregio portato al Monumento al Deportato al parco nord, luogo simbolo del nostro territorio Articolo UNO - Movimento Democratico e Progressista di Sesto San Giovanni aderisce alla manifestazione promossa da Aned per domenica 8 ottobre e fa proprio l'appello alla partecipazione e alla mobilitazione antifascista.
p. Art. UNo Mdp
Sesto San Giovanni
Giampaolo PIetra

 Notizie da Sesto San Giovanni

Sabato 30 Settembre i giochi di una volta a Sesto San Giovanni.

ASSESSORE MAGRO: “FESTEGGIAMO LA FESTA DEI NONNI CON I GIOCHI SEMPLICI DI UNA VOLTA”

Sabato 30 settembre, grazie alla volontà dell’amministrazione comunale, dalle ore 15 alle ore 19, in Piazza Petazzi a Sesto San Giovanni, riprenderanno vita “I GIOCHI DI UNA VOLTA”: il divertimento sarà assicurato per tutta la famiglia. Un percorso composto da più di 70 "Giochi di una volta", con animatori, per insegnare ai bambini come divertirsi con semplicità, preservando le antiche tradizioni e rispettando l'ambiente. E’ bello e costruttivo far riscoprire ai bambini come si divertivano un tempo i nonni, traendo divertimento da materiali apparentemente non più utilizzabili ma che, uniti ad un pizzico di ingegnosità, potrebbero diventare un simpatico giocattolo con il quale trascorrere qualche momento spensierato. Tutti i giochi possono essere utilizzati dal pubblico presente.
“I nonni sono fondamentali nella nostra società, poiché rappresentano la memoria storica di ciò che è stato e di ciò che eravamo. Il loro ruolo è oggi importantissimo, perché spesso si trovano a sopperire alla mancanza di servizi per i bambini che siano a misura di famiglia. Inoltre danno un contributo straordinario alla formazione dei più piccoli trasmettendogli l'enorme bagaglio di vita che si portano dietro. Abbiamo voluto festeggiare uno degli anelli centrali della nostra società dando ai bambini la possibilità di trascorrere un pomeriggio a giocare all'aperto (come facevano i loro nonni) con giochi semplici che non solo porteranno a rivivere le nostre piazze ma permetteranno anche agli adulti di tornare indietro con la memoria per qualche ora”

 Notizie da Sesto San Giovanni

Città della salute, aggiornata convenzione per la cessione delle aree.

CAPONI: “CRONOPROGRAMMA RISPETTATO, TAVOLI SETTIMANALI PER FAR DIVENTARE SESTO POLO DI RIFERIMENTO PER LA SANITA’ E RICERCA”
Dopo la recente conferma dell’arrivo dell’Alta Scuola di Formazione, grazie all’accordo con le università Statale e Bicocca, un altro passo positivo verso la realizzazione della Città della Salute.
La Giunta Comunale ha deliberato oggi la modifica tecnica della convenzione per la cessione delle aree della Città della Salute e della Ricerca a Regione Lombardia.

 Notizie da Sesto San Giovanni

Vieni a scoprire cosa c'è dentro.

Festa della Casa delle associazioni e del volontariato:
sport, musica, teatro, danza, giochi... da vedere e da provare. Inoltre proiezioni, mostre, inaspettati incontri con il mondo animale e tanto altro ancora!
dal 4 al 7 ottobre 2017
Casa delle associazioni e piazza Oldrini
Assessore Tittaferrante: “Momento di coinvolgimento per i sestesi” - Sindaco Di Stefano: “Associazioni fondamentali per il territorio”

 Notizie da Sesto San Giovanni

Gianpaolo Pietra SestodemocraticaAncora una volta l’amministrazione comunale con il sindaco e l’assessora Angela Tittaferrante si sottrae al confronto con le cittadine e i cittadini.

Il penoso spettacolo offerto dalla giunta in Consiglio Comunale martedì sera mette in evidenza tutta la sua incapacità di cogliere le esigenze e le domande della cittadinanza, la volontà, peraltro assai confusa, di colpire i servizi sociali ed educativi, la mancanza di una vera visione complessiva della città, di un pensiero profondo sul futuro del territorio che dovrebbe amministrare.
Gravissima la mancanza di rispetto dimostrata innanzitutto nei confronti del Consiglio Comunale e del suo Presidente che ha deciso, nella seduta del 26, di concedere una sospensione per far incontrare amministrazione e capigruppo con il Comitato Genitori per cercare di avviare il continuo mancato dialogo sul futuro e sull’organizzazione del servizio Piccoli e Grandi; un incontro che l’amministrazione ha rifiutato insultando il luogo principe della democrazia e della rappresentanza, insultando chi chiedeva di iniziare a discutere davvero mettendo fine alle grottesche fughe dell’assessora ai servizi sociali e all’educazione, il tutto nel silenzio sempre più imbarazzante del “civico” vicesindaco, nonchè assessore alla famiglia Gianpaolo Caponi, quella famiglia che ha dimostrato anch’egli di disprezzare, di non avere a cuore, di non ritenere all’altezza della sua attenzione.

 Notizie da Sesto San Giovanni

Roberto Di Stefano primo Sindaco di centrodestra a Sesto San Giovanni.

"Ius Soli, dislocazione e lavoro ai profughi continuano a essere le preoccupazioni principali di un Governo che si dimostra a dir poco miope. Sono stato eletto Sindaco tre mesi fa anche perchè ho saputo interpretare il disagio dei cittadini. E ora che rivesto questo incarico istituzionale mi accorgo ancora di più che le persone normali, quelle che purtroppo faticano a tirare a fine mese, chiedono giustamente una casa, un lavoro, più sicurezza.
Ma ci vuole molto a comprendere che queste sono le vere emergenze del Paese?".
Lo scrive su Facebook, Roberto Di Stefano, dallo scorso 25 giugno, primo sindaco di centrodestra a Sesto San Giovanni, ex Stalingrado

 Notizie da Sesto San Giovanni

L'assessore che non c'era.

Ieri sera una scena che dire penosa ci farebbe rivalutare in negativo la parola pena.
Dopo una battaglia brutta che le mamme e i papà stanno conducendo con tanta passione si arriva finalmente ad un incontro in campo aperto, un momento in cui, come sarebbe dovuto succedere già da mesi, si possa intendere che cosa voglia fare l'assessore Tittaferrante.
C'è solo un problema. Anzi, non c'è. Guarda di qua, guarda di là, Guarda in su, guarda in giù, la Tittaferrante non si trova.
Un incontro di confronto ma il confronto non ci può essere, al suo posto una scena penosa, appunto, in cui i capigruppo si ritrovano in balia di uno di loro, un personaggio che sta sdraiato su una sedia gridando e interrompendo come fosse un padrone di casa arrogante. I pochi veri politici dell'attuale maggioranza presenti (si potrebbe forse usare anche il singolare e femminile) hanno il volto coperto di imbarazzo. Intanto arrivano notizie dall'assessore, comodamente (ma non troppo) seduta al piano di sopra, che indice un incontro con i genitori per domani al quale i genitori rispondono picche perché, dopo due richieste di incontro andate buche, un maleducato “ci vediamo domani" risulta solo una presa in giro.
Ora, forse la precedente giunta potrebbe non essere stata infallibile e questo lo abbiamo pagato, ma per far intendere la differenza tra chi c'era e chi c'è vogliamo concludere con un virgolettato di una delle mamme presenti in risposta a quel capogruppo entrato gridando che l'assessore non aveva tempo per scendere:
"In una società civile 30 secondi per dire" sono qua" lo troviamo tutti."
Tutti tranne l'impavida assessore.
Esatto, cara concittadina, quando si hanno coraggio, coerenza e rispetto per chi si ha di fronte, 30 secondi e molto di più si trovano. Quando invece non si hanno non si trovano neppure le scale per scendere di un piano.

Michele Foggetta
Sinistra Italiana

Informazioni aggiuntive