Notizie da Sesto San Giovanni

Gianpaolo Pietra SestodemocraticaRegione Lombardia: Una battaglia ideologica sulla pelle della cittadinanza.

Quella contro la rimodulazione delle tariffe del trasporto pubblico nell’area metropolitana che sta portando avanti Regione Lombardia è una battaglia che viene giocata tutta sulla pelle di centinaia di migliaia di lavoratori e studenti che giornalmente si servono dei mezzi pubblici per raggiungere il luogo di lavoro e di studio, una battaglia tutta ideologica contro la Città Metropolitana perché governata dal centrosinistra.

Bene ha fatto il Sindaco metropolitano Giuseppe Sala a spiegare le ragioni della necessità di aprire una nuova stagione che chiuda una storia di penalizzazione per la maggioranza dei cittadini della Città Metropolitana e che renda possibile il proseguimento dello sviluppo della rete di trasporti, bene sta facendo in questo senso la consigliera metropolitana con delega alla mobilità Siria Trezzi.

Viene da chiedersi dove sono i sindaci di Sesto e Cinisello Di Stefano e Ghilardi, paladini in campagna elettorale del biglietto unico e oggi silenti e accondiscendenti alla chiusura della Regione a trazione leghista.

Da un lato lo sviluppo della Città Metropolitana, dall’altro la difesa delle posizioni di potere, da un lato migliori servizi per la cittadinanza, dall’altro il disinteresse e la negazione.

Non è difficile scegliere da che parte stare.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Il Partito Democratico di Sesto San Giovanni, inaugurerà la nuova sede in Via Cesare da Sesto 19.

Domani sabato 2 febbraio 2019 a partire dalle ore 16,30.
La nuova sede cittadina, posta in una posizione più centrale e di passaggio della vita cittadina sarà ancora di più un “luogo di incontro per la città”.
Con l’inaugurazione, infatti, si darà avvio al ciclo di incontri e seminari programmati per l’anno 2019. Primo sarà il seminario: #cambiodirotta - le nostre proposte per il Paese con l’On. Luigi MARATTIN Capogruppo PD in Commissione Bilancio della Camera, il Prof. Marco LEONARDI della Università Statale di Milano e già consulente dei governi Renzi e Gentiloni e la Segretaria Metropolitana del PD Silvia ROGGIANI.
Il seminario si terrà presso la stessa sede lo stesso giorno, dopo il brindisi augurale, a partire dalle ore 18.

Nicola Lombardo
Segretario Cittadino Partito Democratico
Sesto S. Giovanni

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Nasce il cordinamento del Nord Milano a sostegno di Zingaretti.
L’8 FEBBRAIO INCONTRO CON LA SENATRICE ROBERTA PINOTTI.

Arriva anche dal Nord Milano il sostegno alla mozione congressuale nazionale del Partito Democratico di Nicola Zingaretti, che animerà le nostre città in vista degli appuntamenti elettorali del Partito Democratico.
La fase delle convenzioni di Circolo si è chiusa anche nei nostri comuni (Bresso, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano e Sesto San Giovanni) con un importante risultato a favore di Nicola Zingaretti, arrivato primo ottenendo il 44% dei voti tra gli iscritti del Partito Democratico del Nord Milano.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Roberto Di Stefano FIIl TAR da ragione al Comune di Sesto: " nessuna discriminazione razziale solo rispetto delle leggi "

"NON CHIEDERE DOCUMENTI SU PATRIMONIO ALL'ESTERO PENALIZZEREBBE ITALIANI"
TAR DA' RAGIONE A COMUNE SESTO SAN GIOVANNI "NESSUNA DISCRIMINAZIONE VERSO STRANIERI, SOLO RISPETTO DELLA LEGGE"

Il Tar di Milano ha rigettato un ricorso di una cittadina dell'Ecuador, accogliendo in pieno le argomentazioni esposte nelle memorie difensive del Comune di Sesto San Giovanni, che chiedeva il ripristino della sua domanda di assegnazione alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica, cancellata dagli uffici comunali.
In particolare il Tar ha chiarito che non esiste alcuna discriminazione nei confronti dell'interessata: esclusa dalla graduatoria, in base al dato oggettivo, e indipendente dalla volontà dell’Autorità interna italiana, che il Paese di provenienza non possiede uno strumento operativo – il registro nazionale della proprietà – necessario per accertare l’appartenenza di beni immobili, né di mezzi alternativi per conseguire lo stesso risultato.
Inoltre il Tar supporta la decisione ribadendo la necessita di parità di trattamento tra lo straniero e il cittadino italiano “nei rapporti con la pubblica amministrazione e nell'accesso ai pubblici servizi”, non esonerando il primo dall'obbligo di sottoporsi alle stesse prescrizioni stabilite per il secondo, pur se il rispetto delle stesse comporti un onere documentale aggiuntivo, quantomeno se ciò dipenda dal sistema normativo o dall’assetto amministrativo del Paese d’origine

"E' una decisione particolarmente importante - commenta il Sindaco Roberto Di Stefano - perché evidenzia che applichiamo la legge in maniera regolare, senza alcuna discriminazione. Inoltre la sentenza ribadisce che, così facendo, tuteliamo i cittadini italiani e quelli stranieri in regola, con i documenti a posto. Se non lo facessimo finiremmo nel penalizzare i cittadini onesti, attuando addirittura un'assurda discriminazione verso gli italiani, tenuti a produrre all'amministrazione i documenti sulle loro proprietà. E' una sentenza particolarmente importante perchè riporta i temi rilevanti della richiesta di alloggi popolari e delle graduatorie pubbliche al rispetto della legge, senza trattamenti di favore o corsie preferenziali. Politicamente risulta essenziale il riconoscimento che qualsiasi scelta diversa dalla nostra andrebbe a discriminare gli italiani"

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Gianpaolo Pietra SestodemocraticaCoppia sfrattata in Via Boccaccio

Quanto andato in scena con lo sfratto di una coppia di persone anziane in via Boccaccio e l’assenza del Comune, anzi la volontà dell’Amministrazione di non farsi carico nemmeno di cercare quantomeno una soluzione provvisoria con un Sindaco indisponibile e assente e l’ufficio casa che non prende neppure in considerazione la cosa ha davvero dell’incredibile e rappresenta il venir meno in barba ai continui proclami dei doveri di chi amministra la città con buona pace dell’ Assessora ai servizi sociali Pizzocchera e dell’Assessore alla politiche abitative D’Amico.
La questione casa a Sesto non può continuare ad essere ignorata o utilizzata solo per continuare nella propaganda anti immigrazione, è necessario che si affrontino con risolutezza tutte le problematiche connesse a partire dalla pessima gestione da parte di Aler del proprio patrimonio e del disinteresse di Regione Lombardia, si deve agire per modificare la legge regionale, l’amministrazione ha il dovere di approntare e presentare un piano di lungo respiro e un piano di intervento per l’emergenze e gli interventi a sostegno della morosità incolpevole, aprendo su questo terreno un tavolo con le parti sociali e la Prefettura.
Aver trasformato la Casa Albergo di via Fogagnolo di fatto in un albergo privato, continuare nella politica di dismissione del patrimonio pubblico, aver cessato ogni politica che favorisca con misure di sostegno l’incontro tra domanda e offerta di alloggi non fa che acuire l’emergenza abitativa.
Chiediamo che gli assessori competenti e il Sindaco rispondano di questa politica e presentino urgentemente in Consiglio Comunale un serio e articolato piano su come davvero intendono muoversi di fronte a questa vera emergenza.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

E' online #SMS il web magazine degli studenti dell'IIS ALTIERO SPINELLI
E’ online da oggi #SMS, un hashtag che sta per spazio-mag-spin, il progetto che da l’avvio alle pubblicazioni del web-magazine degli studenti del nostro istituto.
Un’iniziativa nata in occasione del cinquantesimo della nostra scuola il cui obbiettivo è quello di stimolare il senso di appartenenza all'istituto presso gli studenti, favorendo la loro partecipazione ed il loro interesse alle dinamiche e alle tematiche contemporanee. Coordinato dai docenti Pedretti- Rotundo – Trapani, #SMS è anche l’accoglienza da parte dei rappresentanti di istituto e da numerosi alunni di avere uno “spazio” di scrittura creativa e di informazione tutta prodotta e diffusa dagli studenti. La neonata redazione si riunisce ogni due settimane per la costruzione dei numeri di pubblicazione ma lavora online attraverso il contatto con i docenti coordinatori del progetto.
#SMS si aggancia al sito della scuola come un ponte che veicola la vita dell’istituto “narrata” con uno stile più confacente ai registri comunicativi dei nostri studenti ma l’obiettivo è lo stesso: sentirsi comunità scolastica! #SMS è visitabile a questo link: www.spaziomagspin.wordpress.com

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Articolo Uno, chiede le dimissione di G Vincelli presidente della prima commissione.

Un ulteriore sfregio alle istituzioni cittadine e alle sue articolazioni utilizzate dalla maggioranza che sostiene il Sindaco Di Stefano come “roba propria”.
Mercoledì 30 gennaio si riunirà la prima commissione consigliare trasformata in un’assemblea di partito con la pubblicizzata presenza della compagna del Sindaco Silvia Sardone, consigliera regionale e con l’Avv. Cristina Crupi di Forza Italia, già candidata alle comunali di Milano con il partito di Silvio Berlusconi.
Autore di questo gravissimo scempio delle sedi istituzionali il Presidente della commissione, quello stesso Gianmaria Vincelli protagonista delle minacce proferite in aula consigliare nei confronti della capogruppo Pd Roberta Perego, il quale si premura di informare che “l’assemblea sarà aperta al pubblico” confermando così l’utilizzo di una riunione di commissione (peraltro sempre pubbica) come un evento di partito.
E’ inammissibile che una sede istituzionale venga utilizzata come strumento di propaganda di parte e per questo chiediamo l’immediato intervento del Presidente del Consiglio Fiorino affinché impedisca questo scempio alle istituzioni e allo stesso tempo chiediamo le dimissioni del Presidente della commissione Vincelli chiaramente inadeguato e indegno di ricoprire un simile incarico; parimenti chiediamo al Sindaco Di Stefano di rammentarsi che è tenuto a rappresentare tutti i sestesi e che l’utilizzo delle sedi istituzionali per gli interessi del suo partito e della sua famiglia non possono essere in alcun modo accettati.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Sistemata la caserma dei Vigili del Fuoco

Finalmente possiamo dire che la caserma dei vigili del fuoco di Sesto San Giovanni è stata sistemata e messa in sicurezza, almeno nella sua parte esterna. Resa degna del lavoro che, quotidianamente questi che noi definiamo "angeli", sono chiamati a svolgere.
Noi della lista civica Giovani Sestesi siamo davvero contenti e orgogliosi di aver sollecitato la sistemazione della caserma.
Era incredibile pensare che ogni cittadino che passava sotto i balconi della caserma, avrebbe potuto rischiare che gli piovessero in testa dei calcinacci.
Adesso per noi rimane prioritario verificare che i lavori proseguano anche all’interno della caserma perché le criticità maggiori sono proprio dentro la caserma dove i vigili del fuoco vivono, si addestrano e lavorano.
Non possiamo dire grazie al sindaco dei selfie Distefano che per i vigili del fuoco non ha mosso nemmeno un dito.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Informazioni aggiuntive