Notizie da Sesto San Giovanni

Lingottino d'argento al Sestese Bruno Telloli ex primo ballerino del teatro della Scala.

"E' stato un vero piacere - segnala Roberto Di Stefano, Sindaco di Sesto San Giovanni - consegnare il lingottino d'argento e una pergamena ricordo al Maestro Bruno Telloli, nato a Sesto San Giovanni. Telloli è stato Primo Ballerino della Scala e dopo il suo ritiro ha proseguito come insegnante della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala. Siamo orgogliosi di esprimere il ringraziamento della nostra città a un grande sestese, esempio di passione e impegno durante la sua carriera nella danza".
All'incontro hanno partecipato numerosi assessori e il presidente del consiglio comunale. Bruno Telloli è nato nel 1937 a Sesto San Giovanni è stato Primo Ballerino alla Scala e ha ballato con partners prestigiose come Carla Fracci, Margot Fontayn, Luciana Savignano, Liliana Cosi e tante altre. Al Teatro alla Scala è stato protagonista di grandi spettacoli di balletto come "Romeo e Giulietta", "Eloge de la Folie", "Excelsior", "Allegro Brillante" ecc
Ha inoltre fatto tournée in tutto il mondo, dal Bolshoi di Mosca al Metropolitan di New York. Conclusa la carriera è stato abilitato all'insegnamento, è diventato membro dell'Associazione Insegnanti di Danza dell'Accademia di Roma e ha insegnato alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala.

 Notizie da Sesto San Giovanni

Forza Italia " Sesto San Giovanni "  in merito alle dichiarazioni odierne dell'ex sindaco Chittò

Stia tranquilla l'ex sindaco. Per la città della salute tutto procede come da programma. E stiamo anche superando alcune criticità che lei aveva sempre tenuto nascoste. Come del resto accaduto per affittopoli o per il buco di bilancio o per la gestione del verde pubblico. L'uscita della Chittò ci solleva però da una preoccupazione: dal giorno susseguente il trionfo di Roberto Di Stefano era scomparsa al punto che ci stavamo attivando per chiedere soccorso al programma TV "Chi l'ha visto"

 Notizie da Sesto San Giovanni

“Vado a Sesto”? UN FALLIMENTO. Cambiano le persone ma le strategie sono sempre le stesse.

Il progetto “VADO A SESTO” era e rimane un progetto FALLIMENTARE, INUTILE E SENZA SENSO, per come creato e strutturato, insomma è come avere una freccia senza la punta; perché non ha funzionato prima e non funziona oggi.
Lo abbiamo detto in tutti i modi, lo abbiamo ribadito come forza politica e come associazione, dentro e fuori le sedi istituzionali, in quel progetto non c'è nulla che incentivi un'azienda piccola o grande a venire nella nostra città ad investire e a dirlo sono i fatti, perché non c’è la fila di imprenditori per venire a Sesto.
Cambiano le persone, cambiano i partiti ma le strategie e soprattutto i modi NO, ci si riempie la bocca ma fatti niente.
Forse non è chiaro ed è bene ribadirlo a chi siede sulla sedia di amministratore: bisogna creare le condizioni affinché un'azienda, un negozio, un artigiano reputi interessante venire ad investire a Sesto San Giovanni.
I molteplici collegamenti e la posizione strategica alle porte della Brianza della nostra città non bastano più, non è più nemmeno sufficiente sapere che arriverà (forse) la città della salute e della ricerca.
Serve progettualità, visione a lungo termine, incentivi, tutele, sburocratizzazione altrimenti saremo sempre un quartiere dormitorio e tra poco “un quartiere dormitorio PERIFERICO di Milano”.
Bisogna semplificare la burocrazia. Smettiamola di giocare sulla pelle degli altri giocando a fare il politico come ha fatto qualcuno l’altra sera con i colleghi di via Picardi. Ci sono persone, famiglie che hanno investito tutti i loro risparmi di una vita nelle proprie attività e ad oggi non c’è stato nessuno in grado di mettere in campo azioni serie che possono consentire di andare avanti e di non “affondare del tutto”, perché se qualcuno non se nè accorto, hanno chiuso altri negozi e la città si sta impoverendo.
Adesso serve progettualità, serietà, capacità e coraggio da parte dell’amministrazione. Tutto il resto sono solo chiacchiere, se questo assessore se la sente bene, altrimenti che torni a fare quello che faceva prima.

Paolo Vino
Segretario Politico
Lista Civica Giovani Sestesi

 Notizie da Sesto San Giovanni

Sesto San Giovanni si tinge di rosso

Ventimila Leghe, Icaro 2000 e Coop Lotta contro l'Emarginazione hanno terminato nel weekend scorso la preparazione della SALSA SOLIDALE 2017.
Noi tutti vogliamo ringraziare i volontari delle tante associazioni e i cittadini (circa 30 persone) che sabato e domenica hanno lavorato 400 kg di pomodoro, rendendo di fatto possibile la realizzazione di ben 401 VASETTI DI SALSA SOLIDALE, da 580 grammi cadauno.
I barattoli saranno venduti al costo di 5 euro DOMENICA 24 SETTEMBRE dalle ore 18 alle ore 21 presso il centro sociale Baldina in via Forlì 15 a Sesto San Giovanni gustandosi un piacevole aperitivo auto organizzato e offerto dalle associazioni coinvolte.
Il ricavato della vendita andrà a sostegno di tutti i progetti di BASKIN delle Cooperative Icaro 2000 e Coop Lotta contro l'Emarginazione..
Ad oggi, lunedì 18 settembre, abbiamo già una lista di 150 prenotazioni di vasetti di salsa.
Venite a trovarci domenica 24 settembre e se non potete scriveteci per prenotare e ritirare i vostri vasetti a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Un sentito ringraziamento al Gigante che ci ha permesso un acquisto dei pomodori davvero competitivo,rendendo la raccolta fondi più semplice e più efficace.
Lunedì 25 settembre annunceremo in via definitiva quanti vasetti venduti e l'ammontare del ricavato destinato al progetto.

IL PRESIDENTE
MARCO LOCATI

 Notizie da Bresso

Lavori di sistemazione area esterna ex capannoni ISO Rivolta ulteriore ampliamwento del verde fruibile a Bresso:

I lavori di sistemazione di parte delle aree esterne dei capannoni ex ISO Rivolta sono in corso per garantirne la fruizione, in sicurezza, da parte dei cittadini ed incrementare l’area di parco fruibile.
L’importo lavori è pari a 40.000,00 + IVA 22% ed è finanziato con entrate proprie e non con il contributo di Fondazione Cariplo.

I lavori riguardano la rimozione della recinzione di cantiere esistente, la sistemazione di una nuova rete arretrata verso il capannone nord, così da restituire ai cittadini un’ampia fascia del parco, la formazione di area a prato, previo intervento di preparazione del terreno (fresatura o vangatura, rastrellatura, seminagione, reinterro e rullatura), la piantumazione di viale alberato con Carpini Piramidali lato pista ciclabile capannone sud, verso il nuovo parcheggio realizzato in Via Madonnina, opere di drenaggio con formazione di pozzi a perdere nella zona antistante le Poste lato Vittorio Veneto e nella zona retrostante lato via Madonnina, la rimodellazione della collinetta esistente con smaltimento dai prodotti di demolizione presenti e fornitura e stesa di terra di coltivo, nonché la realizzazione di ringhiere di protezione in ferro per mettere in sicurezza i vani scala.

I lavori sono in corso e non ancora conclusi. Solo venerdì sono stati smaltiti 27.000 kg da prodotti demolizione .L’analisi dei campioni di materiale proveniente dalla demolizione della collinetta hanno escluso la presenza di sostanze inquinanti (Arsenico, Cadmio, Cromo, Cromo esavalente, Mercurio, Nichel, Piombo, Rame, Zinco, Idrocarburi leggeri e pesanti).

Le modalità lavorative per tale rimodellazione hanno previsto la rimozione dei rifiuti per fasi (con appositi formulari di smaltimento).Per questioni lavorative e questioni meteo la ditta (regolarmente autorizzata per smaltimenti) ha previsto un intervento per fasi.Nei prossimi giorni verranno smaltiti gli ultimi strati lato capannone nord non ancora oggetto di completamento dopodiché verrà posata terra di coltivo e seminata erba come nelle fasi precedenti.
Per quanto riguarda i pozzetti drenanti, le piogge di questi giorni hanno aiutato nella compattazione del terreno (già prevista) per cui appena le condizioni meteo lo permetteranno verranno definitivamente ricaricati di terra.

Vogliamo rassicurare i cittadini sulla regolarità della procedura dei lavori e di smaltimento dei rifiuti, al contrario di quello che è stato dichiarato sui social.

Nei confronti di chi ha creato allarme, ci riserviamo le azioni previste dalla legge.

IL SINDACO
UGO VECCHIARELLI

 Notizie da Sesto San Giovanni

Dalle salamelle alla Piazza " la sinistra Sestese che non c'è "

Un grande successo la nostra festa di tre giorni in piazza Oldrini, un grande grazie a tutti i volontari che hanno reso possibile la sua realizzazione, a chi ha partecipato ai momenti di dibattito e riflessione, a chi si è fermato a parlare e a scambiarsi opinioni e saluti, a chi ci è venuto a salutare e a trovare, a chi è intervenuto nei dibattiti, a chi ha approfittato dei piatti che la nostra cucina ha offerto.
Un grazie anche alla Polizia di Stato che ha garantito la sicurezza dell'evento e all'Associazione Carabinieri che ci ha dato un contributo per la vigilanza.
Un ringraziamento alle forze politiche e associazioni che hanno aderito al nostro invito e sono state presenti nelle tre giornate, in particolare un ringraziamento all'ANPI e a Sinistra Italiana con la quale abbiamo raccolto tante firme per la proposta di legge di iniziativa popolare "ero straniero" promossa da Don Colmegna e Emma Bonino per il superamento della Bossi Fini.

La sinistra a Sesto c'è. p. Articolo UNO Mdp Sesto San Giovanni
Giampaolo Pietra

 Notizie da Sesto San Giovanni

Il CC Chittò chiede spegazioni sulla città della salute.

Che fine ha fatto la Città della Ricerca e della Salute? E che fine hanno fatto i 15 milioni promessi dal Presidente Maroni, lo scorso febbraio, a sostegno di un progetto dell’Università Statale di Milano e dell'Università Bicocca per ospitare una scuola di alta formazione universitaria nel campo dell'oncologia e della neurologia sulle ex aree Falck?
Domande fondamentali per la nostra Sesto e che meritano risposte chiare da parte del Sindaco Di Stefano.
Il 14 settembre ho depositato una interrogazione sull'argomento,speriamo di avere un riscontro nel prossimo consiglio comunale.

 

Monica Chittò

 Notizie da Sesto San Giovanni

Su migranti assessore Magro: " è una semplice riorganizzazione dei servizi demografici "

"Ritengo totalmente infondata e assolutamente strumentale - commenta Alessandra Magro, assessore ai servizi demografici - la polemica apparsa oggi sulle agenzie di stampa da parte della Cgil in merito al servizio di consulenza alla compilazione online dei permessi di soggiorno. E' stato deciso, per far fronte alle necessità dei servizi demografici, di interrompere l'attività di consulenza, nata da una collaborazione facoltativa con Anci, per la compilazione dei permessi di soggiorno online. Non ci sono assolutamente motivazioni politiche dietro questa scelta ma l'esigenza di riorganizzare l'anagrafe al seguito di alcune emergenze sul personale legate all'avvio della carta d'identità elettronica, al collegato servizio di consegna della carta in Comune, ad alcune competenze trasferite dalla Prefettura al Comune e a un innalzamento consistente di pratiche di separazioni e divorzi. Ribadisco dunque che è solo un'ottimizzazione delle risorse interne. Il Comune, inoltre, non rilascia i permessi di soggiorno (competenza della Questura) e questo servizio di consulenza non è istituzionale né obbligatorio tanto è vero che in molti comuni gli stranieri si rivolgono direttamente a caf e patronati. Affermare che costringiamo i cittadini stranieri a vivere nell'illegalità è una totale assurdità. La Cgil solleva un problema inesistente anche perché, da giorni, stiamo indirizzando, senza alcun problema né polemiche, gli immigrati interessati a rivolgersi a caf e patronati. Continueranno a essere erogati tutti i servizi di anagrafe per la cittadinanza, compresi quelli istituzionali rivolti agli stranieri come per esempio tutte le pratiche di residenza. Nessun servizio obbligatorio è stato ridotto o cancellato".

Informazioni aggiuntive