Gentili componenti del direttivo ANPI cittadino e provinciale,

non vi nascondo il mio personale stupore e l'imbarazzo istituzionale che ho provato nel leggere le vostre note stampa e dichiarazioni sulla presunta volontà dell'Amministrazione Comunale di intitolare una via a Giorgio Almirante. Dico e sottolineo 'presunta' perché leggo la vostra preoccupazione, gli appelli alle componenti politiche in Consiglio Comunale e alla cittadinanza ripresi da diversi canali di informazione, ma nessuno di Voi ha pensato, prima di esprimersi pubblicamente, di verificare proprio con l'Amministrazione Comunale la veridicità di quanto avete appreso, non si sa da quale fonte. Non c'è un atto, non ci sono dichiarazioni da parte di chicchessia possa parlare in nome e per conto dell'Amministrazione Comunale in merito a tale ipotesi. E non è giustificabile che se un partito politico, non presente in Consiglio Comunale, abbia anticipato che avrebbe avviato una petizione per l'intitolazione di una via o di una piazza a Giorgio Almirante, ciò possa essere fatto passare agli occhi dei cittadini come la 'volontà' dell'Amministrazione Comunale. Mi spiace davvero quanto accaduto, mi spiace non essere stato contattato prima proprio per evitare di dover scrivere queste righe di smentita. Mi spiace perché questa Amministrazione Comunale ha dimostrato con scelte concrete e tangibili la condivisione con l'ANPI di valori e percorsi per non dimenticare quello che è successo nel nostro Paese affinché non si ripeta mai più. Questa Amministrazione Comunale è stata fiera di aver assegnato 4 Calderine d'Oro, massime onorificenze della nostra città, a 4 partigiani padernesi ringraziandoli in modo solenne per il loro coraggio in tempi di guerra e per l'impegno civico in tempi di pace.
Con l'auspicio che si sia trattato solo di uno spiacevole equivoco, vi porgo cordiali saluti.

Il Vicesindaco
Gianluca Bogani

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Informazioni aggiuntive