Notizie dal Nord Milano

Eleonora Evi ringrazia il prefetto di Milano.

Ringraziamo il prefetto di Milano Renato Saccone per il suo tempestivo commissariamento del Comune di Legnano. Questa è la risposta che i cittadini si aspettano. Lo Stato c’è, è presente e vigila contro questo vergognoso dilagare di corruzione e malaffare che si propaga, da Nord a Sud, in tutta Italia. Le prossime elezioni europee saranno un referendum fra chi pensa di essere al di sopra della legge e chi, come il Movimento 5 Stelle, mette in campo delle azioni concrete - come lo Spazzacorrotti - per arginare un sistema di potere, vero cancro del Paese.
Insieme ai cittadini vinceremo questa battaglia, così in una nota l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Eleonora Evi.

 Notizie dal Nord Milano

Istituto BESTA Milano " Per curare il suo cervello, ci serve il tuo aiuto "

CAMPAGNA 5X1000 ISTITUTO BESTA, BORGHETTI (PD): "ERRORE GRAVE DA PARTE DI UN ISTITUTO D'ECCELLENZA. FONDAMENTALE CAPIRE SUBITO COME SIA STATO POSSIBILE AFFINCHÉ SIMILI EPISODI NON SI RIPETANO PIÙ. TUTTA LA MIA VICINANZA ALLE ASSOCIAZIONI CHE RAPPRESENTANO I FAMILIARI E LE PERSONE CON SINDROME DI DOWN".

"Ho presentato in Consiglio regionale una interrogazione all'Assessore Gallera per far luce sulla campagna di comunicazione “Per curare il suo cervello, ci serve il tuo aiuto” dell'Istituto Besta - dichiara il Vice Presidente del Consiglio Regionale Carlo Borghetti - una campagna dal contenuto offensivo e ingannevole, come immediatamente denunciato da Aipd, CoorDown, Coordinamento Down Lombardia e Ledha e che è stata rapidamente ritirata. L'episodio è grave sia per la natura lesiva del messaggio diffuso sia perché il committente è un Istituto d’eccellenza, e di fama internazionale, di Regione Lombardia. Alle associazioni che rappresentano i familiari e le persone con sindrome di Down va tutta la mia più totale solidarietà di fronte a quanto accaduto. E' fondamentale ora capire come sia stato possibile un simile errore per evitare che si possa ripetere in futuro. "
"Nella mia interrogazione - conclude Borghetti - ho chiesto all'assessore Gallera di fare piena luce su quanto accaduto per capire a chi spettava sovrintendere alla realizzazione della campagna, quali siano gli strumenti a disposizione della Regione per verificare le comunicazioni esterne dei propri istituti di ricerca d'eccellenza, se vi è stato un danno economico all'ente e chi sarà chiamato a risponderne."

 Notizie dal Nord Milano

PIAZZA D’ARMI, M5S: Lettara da Bruxelles per fernare la cementificazione " Sala ascolti l'europa " 

Per una volta le lettere di Bruxelles non arrivano per chiedere maggiore austerità ma per tutelare la salute dei cittadini e le aree verdi da opere speculative di cementificazione. È il caso della lettera che la Commissione Petizioni del Parlamento Europeo ha inviato al Sindaco Sala e al Presidente Fontana, dopo aver ascoltato le istanze dei cittadini Milanesi firmatari di una petizione che chiede di fermare la cementificazione di Piazza d’Armi.

“Siamo soddisfatti della risposta data dall’Europa sulla questione. La lettera di Bruxelles chiede, nero su bianco, un intervento tempestivo e risolutivo contro lo scempio di Piazza D’Armi. Il Sindaco Sala ascolti l’Europa e dimostri con i fatti - non solo a parole - di essere dalla parte dell’ambiente e della salute dei cittadini”, dichiarano gli eletti milanesi del Movimento 5 Stelle, che esultano per una vittoria frutto di un lavoro capillare del Movimento a tutti i livelli, da quello locale sino a quello europeo.

 Notizie da Sesto San Giovanni

Trasporto Pubblico: bene l'accordo per evitare il taglio di 300 milioni.

“Siamo stati i primi, e in Regione gli unici, a denunciare il taglio di 50 milioni per il trasporto pubblico locale lombardo contenuto nella legge di bilancio nazionale del governo Lega-Cinquestelle e lo abbiamo ribadito quando il ministero e l’assessora ai trasporti avevano tentato di minimizzare. L’esecutivo sotto la pressione delle Regioni si impegna solo oggi a risolvere il problema, a due settimane dal voto per le europee, e questo lascia ovviamente qualche dubbio, anche perché i conti pubblici sono quelli che sono e il governo sembra sempre più in bilico. Vedremo se saranno in grado di tenere fede all’impegno preso con le Regioni, noi continueremo a vigilare, anche in Parlamento.”
Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Pietro Bussolati alla notizia dell’accordo tra Regioni e Governo per il ripristino dei 300 milioni di euro, di cui oltre 50 per la Lombardia, avvenuto oggi in Conferenza Stato Regioni.
“L’impegno del governo di centrosinistra – continua Bussolati - è stato quello di stabilizzare i fondi: non lo diciamo solo noi ma il rapporto di Legambiente sui pendolari che ringrazia Delrio per il lavoro fatto in questo senso. Le promesse di Lega e 5stelle di stanziare maggiori risorse sul settore si sciolgono come neve al sole, ci auguriamo almeno che davvero cancellino un taglio con il quale ci sarebbe il collasso del sistema.’’
Sulla vicenda del taglio di 300 milioni, spostati dal Governo nel fondo di due miliardi messo a garanzia del raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica, era intervenuto anche il segretario nazionale del Pd Nicola Zingaretti nella sua veste di presidente della Regione Lazio.

 Notizie dal Nord Milano

Io non sono roba tua in MOSTRA fino al 18 aprile presso TbsMilano via Pestalozzi 4

Una mostra pensata per combattere gli stereotipi legati alla sessualità e ai rapporti tra i generi.

Valentina Angeloni, Adele Ceraudo, Paola Citterio, Claudia Ferrari, Pamela Giaroli

Siamo quotidianamente esposti a messaggi, immagini e video sessuali in qualche modo violenti o deviati e si parla di violenza in relazione al sistema culturale, al dibattito pubblico,alla propaganda politica e al mondo del web. Accettare come normali queste situazioni dissolve il limite tra oscenità e pudore e ci trasforma in spettatori passivi della brutalizzazione di un essere umano nei confronti di un altro presunto diverso o, semplicemente, indifeso.
Per la mostra sono state scelte le opere di cinque artiste che interpretano il concetto di femminilità e ne rivelano le linee morbide, i confini fluidi e l’ unicità superando quella visione dualistica della società che ancora classifica le donne (e non solo) in categorie costruendo immagini tanto pervasive quanto limitate. Riconoscere che un individuo è un essere troppo complesso per essere rinchiuso in una sola narrazione ed essere classificato secondo genere o orientamento sessuale diventa un mezzo per creare empatia e cambiare il senso etico-estetico della società.

Informazioni aggiuntive