Notizie dal Nord Milano

Nuove regole UE sui veicoli pesanti  " Eleonora Evi M5S "

NUOVE REGOLE UE SUI VEICOLI PESANTI, EVI (M5S): "PIU’ TRASPARENZA FAVORISCE TECNOLOGIE PULITE E SCELTE D’ACQUISTO INFORMATE"

"Siamo soddisfatti del voto di oggi sul monitoraggio e sulla comunicazione dei dati relativi alle emissioni di CO2 e al consumo di carburante dei veicoli pesanti. Da oggi, questi mezzi, che da soli sono responsabili di circa il 30% delle emissioni complessive del trasporto su strada, saranno sottoposti a regole del tutto nuove, che mi auguro possano portare a una sensibile riduzione del consumo di carburante e, di conseguenza, delle emissioni di gas a effetto serra". Con queste parole Eleonora Evi, eurodeputata del Movimento 5 Stelle, ha commentato l'approvazione finale a larga maggioranza da parte del Parlamento europeo del nuovo Regolamento UE concernente il monitoraggio e la comunicazione dei dati relativi al consumo di carburante e alle emissioni di CO2 dei veicoli pesanti nuovi.

 

Secondo Evi l’accordo trovato con il Consiglio dell’UE migliora la proposta iniziale. "Da subito avevamo chiesto che i dati sulle prestazioni dei motori fossero totalmente pubblici e siamo contenti che così sarà. Siamo anche soddisfatti che si sia trovato un bilanciamento sull'aerodinamicità, un parametro "sensibile" sul piano della concorrenza, che però incide moltissimo sul consumo di carburante".
Uno sviluppo positivo è poi dato dalla previsione di un monitoraggio sui risultati dei test di verifica su strada condotto dalla Commissione, che in base al nuovo regolamento sarà tenuta a includerli nella sua relazione annuale, ove disponibili. "Un passo nella direzione giusta – spiega ancora Evi – che precede l’introduzione di un vero e proprio test per misurare le emissioni in condizioni di guida reale, una misura sacrosanta, per la quale ci batteremo presto, in occasione del lavoro che porterà alla definizione di target di riduzione della CO2 anche per i veicoli pesanti". Intanto, in base al regolamento fresco di adozione, le autorità nazionali comunicheranno alla Commissione la marcatura VIN (Vehicle Identification Number) di ogni nuovo autobus, camion e tir di nuova immatricolazione, mentre i costruttori invieranno annualmente i risultati delle simulazioni eseguite grazie al software VECTO (Vehicle Energy Consumption Tool) sui parametri tecnici che incidono direttamente sulle emissioni e sul consumo di carburante. I dati così ricavati confluiranno in un registro mantenuto dalla Commissione europea. "Grazie a questo registro, pubblico e gratuitamente accessibile, – sottolinea Evi – le PMI e le amministrazioni pubbliche potranno comparare le prestazioni dei modelli disponibili sul mercato ed effettuare scelte d’acquisto informate che, mi auguro, possanno ricadere sui veicoli più performanti, che generano il maggior risparmio di carburante, riducendo le emissioni". Previste dal regolamento anche sanzioni per i costruttori che non rispettano gli obblighi di monitoraggio e comunicazione: "Un chiaro monito nei confronti di un settore già responsabile di aver mantenuto per 14 anni un cartello in violazione delle norme sulla concorrenza"- conclude Evi.

 

Informazioni aggiuntive