Notizie dal Nord Milano

Assestamento bilancio, approvato in commissione emendamento su prolungamento linea metropolitana M3 fino a Paderno Dugnano. Pase (Lega):
“70mila euro per finanziare lo studio di fattibilità”


Milano, 18 luglio. Via libera dalla Commissione regionale Programmazione e Bilancio, all’emendamento al Progetto di Legge di assestamento al Bilancio che prevede il finanziamento dello studio di fattibilità tecnico-economica per il prolungamento della linea di metropolitana M3 da Milano a Paderno Dugnano. “In particolare - spiega il presidente della Commissione Ambiente Riccardo Pase, co-firmatario del provvedimento - l’emendamento prevede un importo di 70mila euro per la realizzazione di uno studio di fattibilità, intervento questo, che compare negli strumenti di pianificazione essendo citato sia all’interno del Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti della Regione Lombardia, sia all’interno del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile del Comune di Milano. Il prolungamento della Linea M3 fino a Paderno Dugnano è un’opera importante che il territorio aspetta da tempo e la sottoscrizione di questo emendamento da parte di tutti i partiti politici dimostra un’attenzione concreta verso questa infrastruttura che, - conclude Pase - rappresenterà anche un contributo rilevante e fattivo per limitare l'utilizzo del mezzo privato in un'area fortemente urbanizzata, e pertanto contestualmente, di contenere le emissioni di inquinamento nell'aria”.

 Notizie dal Nord Milano

Regione Lombardia 90 € per demolire la tua auto.

REGIONE: CONTRIBUTO DI 90 EURO PER LA ROTTAMAZIONE PROROGATO FINO AL 2019, LO PREVEDE UN EMENDAMENTO PD ALL'ASSESTAMENTO APPROVATO IN COMMISSIONE

Il contributo per la rottamazione dei veicoli più inquinanti sarà prorogato per tutto il 2019. Lo prevede un emendamento del Pd all'assestamento al bilancio regionale 2018 - 2020 approvato questa mattina in commissione bilancio di Palazzo Pirelli. La modifica della legge, firmata dal segretario del Pd metropolitano milanese Pietro Bussolati, prevede che chi rottamerà la propria auto a benzina di classe euro zero o uno, o a gasolio fino alla classe euro 3, sia che acquisti un'auto di classe cinque o sei, meno inquinante, sia che non sostituisca il proprio veicolo avrà ancora diritto a un contributo di 90 euro a copertura degli oneri di rottamazione.
“La sostituzione dei mezzi più inquinanti va incentivata con decisione, il primo passo da fare è confermare per almeno tutto il 2019 i contributi già in vigore. Vedremo ora se il nuovo Governo vorrà compiere scelte coraggiose nel senso del miglioramento della qualità dell'aria” dichiara Bussolati.

 Notizie dal Nord Milano

Sanità Borghetti e Girelli del PD: Nel piano regionale di sviluppo, grazie al PD un piano straordianrio per azzerare le liste di attesa.

Agenda unica di tutti gli erogatori, pubblici e privati, per poter ottimizzare prenotazioni di visite ed esami, ampliamento degli orari in cui effettuare visite ed esami, interventi sull’attività intramoenia nelle strutture i cui tempi di attesa sono troppo lunghi e valutazione dei direttori generali correlata in maniera preponderante rispetto al taglio dei tempi di attesa.

 Notizie dal Nord Milano

Post Expo, bocciato il Piano Territoriale d’Area Borghetti (PD): “La Regione perde un’occasione per lo sviluppo di Mind”.

“Un’occasione persa” – così il Vice Presidente del Consiglio Regionale Carlo Borghetti commenta la bocciatura dell’ordine del giorno al Programma Regionale di Sviluppo con il quale proponeva un Piano Territoriale d’Area per coinvolgere i comuni interessati al progetto del post Expo, insieme alla Città Metropolitana.
“Regione Lombardia in questo modo rinuncia a sostenere i Comuni per uno sviluppo coordinato dell’area intorno al distretto MIND, in particolare rispetto alle infrastrutture della mobilità. Solo giocandosi un ruolo di regia, la Regione poteva facilitare il lavoro dei tanti municipi che sono interessati dal progetto, ma non hanno un luogo istituzionale per avanzare le proprie richieste o per essere adeguatamente coinvolti. Speriamo che ci ripensi: il successo del progetto MIND dipende anche dallo sviluppo e dalle dotazioni dell’area nella quale esso è inserito. MIND non può essere come un’astronave che cala su un territorio, senza rapporti stretti con il suo tessuto urbanistico e sociale”.
“Avevo proposto, a questo fine, - conclude Borghetti - un Piano Territoriale Regionale d’Area, come fu fatto per altre infrastrutture di interesse regionale; come ad esempio, per l’aeroporto di Malpensa nel 1999. La Giunta e la maggioranza che governa Regione Lombardia hanno deciso di non accogliere la proposta, ma spero ci sia ancora il tempo per un ripensamento che gioverebbe immensamente al territorio, anche perché comunque il Presidente Fontana si era dimostrato interessato all’idea”.

 

 Notizie dal Nord Milano

Sviluppo dell’area post Expo BORGHETTI (PD): per Mind serve un Piano Territoriale d’Area

Domani, 6 luglio, presso l’area che ha ospitato Expo 2015, la Regione Lombardia ha organizzato, su iniziativa del sottosegretario Fabio Altitonante, l’evento “Cantieri aperti: i comuni della Città Metropolitana di Milano incontrano Mind”. All’iniziativa interverranno il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana e il presidente della Fondazione Triulza, Massimo Minelli. Alla giornata parteciperanno anche il presidente di Arexpo Giovanni Azzone, l’amministratore delegato Giuseppe Bonomi, e Andrea Ruckstuhl, capo della Lendlease, la società che sviluppa e attua il progetto.

Informazioni aggiuntive