-La causa principale è stata il permettere l'insediamento di supermercati nel tessuto sestese, a poche centinaia di metri dal centro cittadino, facendo finta di non sapere che questi avrebbe portato inevitabilmente alla desertificazione del commercio di vicinato.
-Nulla ha fatto per impedire l'apertura dell'Auchan, ora chiuso, ma che riaprirà con un bel raddoppio commerciale, ipermercato che pesca il bacino di utenza a Sesto più che a Cinisello.
-Avete autorizzato il Vulcano e una nuova piscina con decine di mq destinati a commerciale, negozi sulla stazione a scavalco ed altri negozi nell’interscambio auto-metro vicino alla nuova fermata della metropolitana.
Al proprietario della “floricultura Melzi”(ora chiusa), dove lei ha comprato i fiori per il matrimonio di Silvia e “Presidente dell'Unione Commercianti”, forse tornerà in mente che quando era Consigliere Comunale invece di essere favorevole (contro il volere di molti commercianti) avrebbe dovuto votare contro l'apertura del centro commerciale Vulcano "chi piange del suo mal pianga sé stesso".
Voglio infine ricordare una vera perla della sua amministrazione: il “distretto del commercio”! Un bel progettino studiato a tavolino per portare a casa finanziamenti regionali e spalmarli su spese già sostenute ed inutili.
La sua amministrazione non ha mai fatto una programmazione commerciale, la parte politica da lei rappresentata che per molti decenni ha governato la Città, ha sempre visto i commercianti come opportunisti ed evasori mai come lavoratori da valorizzare, per ideologia, non avete mai ascoltato le proposte dei commercianti che in 30 anni sono state tantissime.
Le mie proposte sono sempre state finalizzate alla caratterizzazione delle zone commerciali, che è l'unica strada da percorrere: non potendo contare su un centro come Monza o Cernusco SN è necessario fissare indelebilmente nella testa della gente il ricordo di una zona commerciale stimolando la voglia a tornarci. I nuovi negozi e le iniziative, compreso il consenso che tanto avete cercato, sarebbero arrivate da sole.
In questi ultimi anni con l'associazione di Via Piccardi, ora sciolta, ho proposto molte idee per caratterizzare le vie commerciali della Rondinella che voi avete sempre respinto mentre i succedanei li avete presi in giro senza che concludessero nulla.
Mi rammarico nel pensare che quando respingeva le nostre idee non capiva quanto il burrone in cui ci ha fatto precipitare era così reale e vicino.

Guido Camozzi commerciante Sestese

Informazioni aggiuntive