Notizie da Sesto San Giovanni

GEAS insegue il futuro. Una campagna per aiutare la storia.

"Diamo futuro a un grande passato": è lo slogan con cui GEAS, nome storico della pallacanestro femminile italiana ed europea, chiede aiuto agli sportivi per assicurarsi un domani.
Il passato racconta di una Coppa dei Campioni, la prima conquistata da una squadra italiana, nel 1978, e di 8 scudetti vinti in nove anni, dal 1970 al 1978. Il presente parla di un vivaio tra i più prolifici d'Italia, con i suoi 18 scudettini in bacheca, e di una formazione che sta per cominciare una nuova avventura nel campionato di serie A2.


E il futuro? Il futuro è nelle mani dei sostenitori e dei tifosi, chiamati a supportare anche economicamente una società che vuole rimanere un punto di riferimento per il basket italiano malgrado l'attività sportiva abbia costi sempre più elevati. E che ha bisogno dell'aiuto di tutti per sopravvivere.
GEAS chiede una mano per sostenere il proprio impegno, e lo fa lanciando una campagna di crowfunding: se in tanti aggiungeranno il loro piccolo mattone, la società rossonera riuscirà a costruire il proprio futuro.
La campagna nasce con un video, disponibile sulla piattaforma eppela (https://www.eppela.com/it/projects?utf8=%E2%9C%93&q=geas,) in cui GEAS, attraverso le immagini storiche e le interviste condotte da Bruno Pizzul, ripercorre i suoi 61 anni di storia: il passato, nelle parole di Rosi Bozzolo, capitana della Coppa Campioni; il presente, spiegato da Giulia Arturi, attuale capitana, che di Rosi Bozzolo è la figlia; il futuro, raccontato da una piccola giocatrice del settore giovanile. Più l'intervento del presidente del club, Mario Mazzoleni, che spiega il perché di questa iniziativa.
Il progetto di crowfunding che ha preso il via il 24/09/2016 e si concluderà in 40 giorni. Sarà possibile contribuire collegandosi al sito https://www.eppela.com/it/projects?utf8=%E2%9C%93&q=geas e ogni aiuto, anche il più piccolo, sarà prezioso per continuare a coltivare il nostro sogno.
Aiutateci a dare futuro al nostro passato.

Informazioni aggiuntive